Consulenza o Preventivo Gratuito

In 20 anni tasse locali da 18 a 108 mld

del 16/07/2013
di: La Redazione
In 20 anni tasse locali da 18 a 108 mld
Con il federalismo fiscale il gettito locale è sestuplicato dal 1992 a oggi: le imposte riconducibili alle amministrazioni locali sono cresciute da 18 a 108 miliardi, «con un eccezionale incremento di oltre il 500%». È quanto emerge da un'analisi di Confcommercio realizzata in collaborazione con il Cer - Centro Europa Ricerche.

Negli ultimi venti anni, ricorda l'analisi, «la spesa corrente delle amministrazioni centrali (stato e altri enti) è cresciuta del 53%. La spesa di regioni, province e comuni del 126% e quella degli enti previdenziali del 127%: il risultato è che la spesa pubblica complessiva è quasi raddoppiata, passando da 412 miliardi del 1992 a 753 del 2012 (+82,5%). Per fronteggiare questa dinamica, spiega lo studio Confcommercio-Cer, si è assistito a una esplosione del gettito derivante dalle imposte (dirette e indirette) a livello locale con un aumento del 500% a cui si è associato il sostanziale raddoppio a livello centrale. Inoltre, nell'ultimo decennio, risulta quasi triplicata l'incidenza delle addizionali regionali e comunali sull'Irpef.

Pronta la replica dell'Anci che fa notare come in questi 20 anni i trasferimenti erariali ai comuni siano scomparsi, obbligando gli enti a ricorrere a imposte locali. «Non si possono analizzare le dinamiche del prelievo tributario dei comuni senza compararle con i rilevanti e continui tagli subiti dagli enti locali nei trasferimenti dello stato», ha commentato il presidente dell'Anci Piero Fassino.

vota