Consulenza o Preventivo Gratuito

L'avvocato neo-mamma si astiene

del 08/05/2013
di: di Simona D'Alessio
L'avvocato neo-mamma si astiene
Avvocato neo-mamma? Può chiedere il rinvio delle udienze per tre mesi dopo il parto (al pari di ogni lavoratrice). Ed essere esentata dall'esercizio della professione. È quanto ha stabilito la Corte d'appello di Firenze, annullando una sentenza di condanna del tribunale di Pistoia contro un uomo accusato d'aver rubato un grosso vaso di terracotta, perché il legale che lo difendeva aveva disertato l'udienza preliminare, avendo dato alla luce un bambino 25 giorni prima. Secondo la Corte d'appello la sentenza di primo grado è nulla «per violazione di assistenza dell'imputato»; nel pronunciamento si dà rilievo, in modo innovativo, allo stato di gravidanza e conseguente parto del legale, ai fini della richiesta di rinvio di udienza per un suo legittimo impedimento. È stato riconosciuto, commenta Chiara Mazzeo, consigliere provinciale di parità a Pistoia, «il diritto all'astensione per maternità anche alla libera professionista per il periodo previsto dalla legge per il congedo obbligatorio, ossia i due mesi precedenti e i tre mesi successivi» alla nascita del figlio.

vota