Consulenza o Preventivo Gratuito

Cittadini e imprese: i costi decreti per iscritto

del 17/04/2013
di: Giovanni Galli
Cittadini e imprese: i costi decreti per iscritto
Nero su bianco i costi amministrativi derivanti da oneri informativi, introdotti o eliminati a carico di cittadini e imprese. Nei provvedimenti che li introducano, se ne dovrà dare conto, in una sezione specifica, nell'ambito della relazione sull'analisi dell'impatto della regolamentazione (Air).

Lo prevede il decreto del presidente del consiglio dei ministri del 25 gennaio 2013 recante «Criteri per l'effettuazione della stima dei costi amministrativi di cui al comma 5-bis dell'articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246, ai sensi del comma 3, dell'articolo 6 della legge 11 novembre 2011, n. 180», pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 89 di ieri.

Il decreto dà attuazione all'articolo 6, comma 3, della legge 11 novembre 2011, numero 180 e si applica a tutti gli schemi di atti normativi del Governo per i quali e' prevista l'effettuazione dell'Air (Analisi di impatto della regolamentazione)nonché agli atti normativi non sottoposti ad Air, per i quali le amministrazioni intendano comunque procedere alla stima e alla quantificazione degli oneri amministrativi introdotti o eliminati.

Ai fini della stima dei costi amministrativi derivanti da oneri informativi si ricorrerà a una serie di criteri e metodologie contenuti nell'allegato al decreto. Decorsi sei mesi dalla data di entrata in vigore del quale, sentite le associazioni imprenditoriali e le associazioni dei consumatori, il dipartimento della funzione pubblica procederà ad una valutazione delle modalita' di attuazione per apportare successivamente le eventuali integrazioni e modificazioni ai criteri e alle metodologie.

©Riproduzione riservata

vota