Consulenza o Preventivo Gratuito

Qualificazione farmacia rurale: occhio al borgo

del 12/04/2013
di: di Cinzia De Stefanis
Qualificazione farmacia rurale: occhio al borgo
Ai fini della qualificazione di una farmacia come «rurale» si deve avere riguardo principalmente alle dimensioni del centro abitato, ma non in modo rigido, non escludendosi anche un relativo apprezzamento della entità del bacino di utenza che complessivamente afferisce a quella farmacia. E invero, il giro di affari e la redditività dell'esercizio farmaceutico sono influenzati più dal numero degli avventori abituali che da quello degli abitanti della località strettamente intesa. D'altra parte, rispetto all'epoca in cui è stata dettata la legge n. 221/1968, si sono registrate importanti evoluzioni di fatto, note a tutti, come un sensibile incremento dei mezzi di trasporto privati; non a caso la legge n. 362/1991 ha modificato l'art. 104 Tuls elevando da 500 a 3.000 metri la distanza minima necessaria per istituire una farmacia aggiuntiva con il cosiddetto criterio topografico, in deroga al criterio della popolazione. Questo è quanto afferma il Consiglio di stato nella sentenza (sezione terza) del 3 aprile 2013. Il caso: revisione della pianta organica delle farmacie, adottata con delibera della giunta regionale. Con quell'atto è stato disposto, fra l'altro, che la farmacia di cui è titolare l'appellante mutasse la propria qualifica da «rurale» in «urbana». La titolare della farmacia, interessata a conservare la qualifica di «rurale», ha impugnato la nuova pianta organica. I giudici amministrativi sostengono, nel caso in esame, che la zona assegnata alla farmacia rurale, oltre al capoluogo di San Giovanni in Marignano, comprende anche la borgata di Pian Ventena, che dista non più di 3 km e conta non meno di 1.000 abitanti. Pare ragionevole computare anche questa popolazione nel bacino d'utenza valutabile ai fini della classificazione della farmacia come «urbana». Allo stesso modo si deve tenere conto della popolazione che, pur essendo esterna rispetto al capoluogo strettamente inteso, risiede entro un raggio approssimativamente di 3.000 metri.

© Riproduzione riservata

vota