Consulenza o Preventivo Gratuito

L'energia agevola grazie alle riqualificazioni

del 06/04/2013
di: di Beatrice Migliorini
L'energia agevola grazie alle riqualificazioni
Quasi 2 miliardi di euro sono stati detratti tramite le agevolazioni per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio. Il così detto 55%. Dal 2007 il 5% del patrimonio edilizio nazionale è stato oggetto di riqualificazione energetica. Solo nel 2011 per le 280.700 richieste accettate, sono stati portati in detrazione 2 milioni di euro. Gli investimenti complessivi, ammontano a circa 3,5 milioni di euro, con un costo medio per contribuente di 12 mila euro. Questi i dati che l'Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha presentato al Ministero dello sviluppo economico, nel rapporto 2011, sulle detrazioni fiscali del 55% per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente. In base al rapporto presentato, è possibile riscontrare che dal 2007 al 2011, circa il 5,5% del patrimonio edilizio nazionale, corrispondente al 5% delle famiglie italiane, ha subito un ciclo di riqualificazione energetica. Nella maggioranza dei casi, le opere di riqualificazione sono state totali, comportando la completa sostituzione degli impianti precedenti. Minore il numero delle ristrutturazioni parziali. Il rapporto fornisce il quadro complessivo degli interventi realizzati sugli edifici residenziali, secondo la normativa vigente. L'Enea sottolinea come il risparmio energetico in energia primaria, attribuibile agli interventi di riqualificazione energetica nel 2011, sia stato superiore a 1.435 Gwh all'anno. Da questo è derivata una diminuzione nell'ordine dei 305 kt all'anno, della emissione di anidride carbonica in atmosfera. Anche se con delle differenze tra regione e regione, questi dati mostrano però una riduzione del 30% delle richieste inoltrate all'Agenzia, rispetto al 2010, anno in cui, in assoluto è stata inoltrata la maggior quantità di richieste. Nonostante il calo del 30%, anche secondo Luca dal Fabbro, presidente della Domotecnica (la rete nazionale in franchising per le aziende di installazione che operano nel campo dell'efficienza energetica e delle rinnovabili), il rapporto dimostra come «l'efficienza energetica sia la via da perseguire per riuscire a migliorare le prestazioni energetiche delle abitazioni, consentendo così alle famiglie di ridurre i consumi e tagliare i costi in bolletta. Per essere costantemente efficaci infatti, gli incentivi devono essere inseriti all'interno di un quadro normativo coerente». Secondo Dal Fabbro quindi, complessivamente i dati analizzati, «dimostrano una sempre maggiore diffusione sul territorio nazionale, del sistema di incentivazione in materia energetica».

© Riproduzione riservata

vota