Consulenza o Preventivo Gratuito

Immobile in leasing, ok al sequestro se indebitata

del 06/04/2013
di: Debora Alberici
Immobile in leasing, ok al sequestro se indebitata
Può essere sequestrato l'immobile della società concesso in leasing se l'impresa è indebitata con il fisco.

Lo ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza n. 15803 del 5 aprile 2013.

In particolare la terza sezione penale ha confermato il sequestro preventivo sull'immobile di proprietà di una società il cui amministratore era indagato per reati fiscali. Il debito con l'amministrazione finanziaria ammontava a oltre 200 mila euro. E l'impresa aveva concesso in leasing l'appartamento quando già conosceva bene il credito delle Entrate.

Per questi motivi il Tribunale delle libertà di Ancona aveva confermato la misura ora resa definitiva in sede di legittimità.

Sul punto i Supremi giudici hanno chiarito che correttamente i giudici di merito hanno reputato configurabile un'interposizione personale fittizia, una simulazione soggettiva, la cui mancata conoscenza da parte della società di leasing non esclude il sequestro del bene e che tale valutazione risulta giuridicamente corretta e supportata da adeguata motivazione.

In realtà, precisa il Collegio di legittimità, nel provvedimento impugnato viene ancora una volta posta in rilevo la assoluta prossimità temporale tra la consapevolezza, da parte della società alienante, amministrata di fatto dall'amministratore indagato, dei debiti fiscali esistenti e la stipula dell'atto di cessione, la cui finalità risulta evidente e la permanenza, in capo all'imprenditore, della materiale disponibilità dei beni alienati grazie al contratto di leasing successivamente stipulato con altra società da lui stesso amministrata.

Insomma, «il negozio simulato, sia che si tratti di simulazione relativa o assoluta o di interposizione di persona, non produce effetto e che ciascuna parte è ammessa a opporre la simulazione dell'altra».

È stato quindi inutile il motivo di ricorso presentato alla Cassazione dalla difesa della società che aveva evidenziato la sua posizione di terzo estraneo rispetto all'inchiesta penale per evasione fiscale che vedeva coinvolto il suo amministratore.

vota