Consulenza o Preventivo Gratuito

Via libera agli sgravi contributivi 2012 da 650 mln

del 05/04/2013
di: La Redazione
Via libera agli sgravi contributivi 2012 da 650 mln
Decontribuzione, via libera per il 2012. Con una dote di 650 milioni di euro. Il decreto del ministero 27 dicembre 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 79 di ieri, reca la «Determinazione, per l'anno 2012, della misura massima percentuale della retribuzione di secondo livello oggetto dello sgravio contributivo previsto dall'art. 1, commi 67 e 68, della legge 24 dicembre 2007, n. 247». Il decreto prevede che le risorse per il finanziamento degli sgravi contributivi per incentivare la contrattazione di secondo livello sono ripartite nella misura del 62,5% per la contrattazione aziendale e del 37,5% per la contrattazione territoriale. Fermo restando il limite complessivo annuo di 650 milioni di euro, in caso di mancato utilizzo dell'intera percentuale attribuita a ciascuna delle tipologie di contrattazione la percentuale residua è attribuita all'altra tipologia. Il beneficio scatta dal 1° gennaio 2012 e consiste nella concessione ai datori di lavoro di uno sgravio contributivo sulla quota costituita dalle erogazioni previste dai contratti collettivi aziendali e territoriali, ovvero di secondo livello, nella misura del 2,25% della retribuzione contrattuale percepita. Ai fini della fruizione dello sgravio contributivo i contratti collettivi aziendali o territoriali, ovvero di secondo livello, devono essere sottoscritti dai datori di lavoro e depositati, presso la Direzione provinciale del lavoro entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del decreto; prevedere erogazioni correlate a incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione ed efficienza organizzativa, oltre che collegate ai risultati riferiti all'andamento economico o agli utili della impresa o a ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale.
vota