Consulenza o Preventivo Gratuito

Nuovi operatori per il mercato delle slot e videolotteries

del 21/03/2013
di: Nicola Tani
Nuovi operatori per il mercato delle slot e videolotteries
Via libera, dopo una gara durata quasi 18 mesi, alle concessioni per la gestione fino al 2022 del ricchissimo mercato delle slot machine e delle videolotteries. Lo ha comunicato ieri l'Agenzia delle dogane e dei monopoli. Ai nove operatori già presenti sul mercato - Cirsa, Codere, Cogetech, Gamenet, Gmatica, Hbg, Lottomatica, Sisal e Snai - si sono aggiunti tre nuovi soggetti che hanno partecipato al bando: Nts Network, Intralot Gaming Machines e il consorzio di gestori Netwin Italia, che già da domani potranno chiedere il rilascio di nuovi nullaosta per la propria rete di apparecchi. L'obiettivo della gara per la gestione di slot e vlt, lanciato nel 2011, è di assicurare allo Stato, circa 650 milioni di euro, tra maggiori incassi da prelievi e una tantum per l'acquisto delle licenze. Attualmente le 379 mila New Slot sono installate in molti esercizi diversi: la maggior parte, oltre 290 mila, il 79% delle macchine operative, si trova in punti non specializzati, ma anche in sale giochi, corner e agenzie di scommesse, circoli e sale Bingo, che contano quasi 78 mila apparecchi (il 21%). La concentrazione maggiore si registra in Lombardia, Lazio e Campania, le tre regioni che tradizionalmente raccolgono di più nel settore giochi. Prima in assoluto la Lombardia, con poco più di 60 mila macchine installate, mentre il Lazio ne ospita oltre 36 mila, la Campania 33 mila. Nel 2012, la raccolta complessiva del settore giochi, secondo stime Agipronews su dati dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli, è stata pari a 87,8 miliardi di euro e gli apparecchi da intrattenimento hanno fatto la parte del leone con 49,4 miliardi, il 56,2% del totale. Un dato in aumento del 10% rispetto al 2011, trainato soprattutto dalla grande crescita delle 45mila Videolotteries, apparecchi con jackpot fino a 500 mila euro, installabili solo in ambienti dedicati, che, grazie al progressivo completamento della rete, sono passate dai 13,9 miliardi del 2011 a circa 20 miliardi. Vlt e Slot hanno restituito in vincite circa l'80% di quanto incassato (40 miliardi), per una spesa effettiva dei giocatori di 9,4 miliardi di euro.

© Riproduzione riservata

vota