Consulenza o Preventivo Gratuito

A confronto sulla nuova revisione legale dei conti

del 20/03/2013
di: di Pia D'Oca - presidente Unagraco Palermo
A confronto sulla nuova revisione legale dei conti
«La nuova revisione legale dei conti. Compiti, verifiche, responsabilità e sanzioni del professionista. Specializzazione principe del futuro della professione». Questo il tema che sarà trattato al Congresso nazionale Unagraco che si terrà a Palermo nei giorni 2, 3 e 4 maggio 2013.

L'argomento è di estremo interesse in quanto ha subito una notevole evoluzione giuridica, tecnica e anche professionale per la specificità degli adempimenti connessi e, conseguentemente, per la responsabilità personale e professionale ad essi palesemente legati.

Lo specifico richiamo all'aspetto legale della revisione (non più controllo) indica che per esercitare l'attività di revisore legale dei conti è necessario disporre di conoscenze estese anche all'aspetto della revisione della legalità della gestione e non solo dei fatti contabili ma anche di quelli extra contabili, aspetto che in base al settore in cui opera l'Ente o la società soggetta alla revisione richiede una profonda conoscenza non solo della tecnica contabile ma anche dell'aspetto gestionale, legale, operativo e funzionale: il revisore quindi non può limitarsi solo al controllo dell'esatta applicazione della tecnica contabile e dei principi a essa connessi ma deve anche valutare sotto il profilo legale l'attività gestionale legata al raggiungimento dello scopo sociale permanendo il controllo degli aspetti contabili ad essi legati.

Il tema del congresso nasce dall'esigenza di provare a dare delle risposte e tentare di fare chiarezza all'interno di una normativa che dal 2010 a oggi è stata oggetto di profonde modifiche dove ogni riga scritta porta con se innovazioni che si traducono, spesso, in nuovi adempimenti, nuove strutturazioni e soprattutto nuove e maggiori responsabilità, portatrici sane di potenziali e pesanti sanzioni non equamente compensate dai ritorni economici e di competenze per il professionista.

Il tutto anche alla luce dei nuovi atti normativi concernenti gli enti locali, per ultimo il decreto legge 174 del 10 ottobre 2012 che modifica sostanzialmente la figura dell'organo di revisione di comuni e province ampliandone le funzioni e attribuendo nuove responsabilità e nuovi adempimenti.

Non più solo controllore dei conti ma presidio di legalità all'interno dell'ente locale e responsabile del coordinamento della finanza pubblica con il compito fondamentale di contribuire al raggiungimento degli obiettivi che ci vengono richiesti dalla Unione europea.

L'auspicio è che da questa sede e con l'intervento di autorevoli relatori esperti nel settore, si possano trarre degli spunti e delle risposte che possano aiutare i commercialisti a orientarsi meglio nell'ambito del tema della revisione e attraverso opportune e soggettive valutazioni fra oneri e benefici della professione di revisore, riaffermare il ruolo del commercialista nell'espletamento degli incarichi.

vota