Consulenza o Preventivo Gratuito

La Rgs avvia lo screening degli investimenti

del 07/03/2013
di: di Matteo Barbero
La Rgs avvia lo screening degli investimenti
Con la circolare n. 11/2013, diffusa ieri, la Ragioneria generale dello stato ha disposto l'avvio dello screening annuale sullo stato di avanzamento dei programmi di investimento delle amministrazioni statali. L'adempimento è espressamente previsto dall'art. 10-bis della legge di riforma della contabilità pubblica (legge 196/2009), il cui comma 3 prevede che la nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (Def) sia corredata da relazioni programmatiche sulle spese di investimento per ciascuna missione di spesa del bilancio dello stato e dalle relazioni sullo stato di attuazione delle relative leggi pluriennali. Per ciascuna legge in scadenza è previsto, in particolare, che il ministro competente valuti se permangono le ragioni che a suo tempo ne avevano giustificato l'adozione, tenuto anche conto dei nuovi programmi da avviare. Tale valutazione, pertanto, dovrà essere trasmessa da ciascuna amministrazione alla Rgs e confluirà nella relazione tecnica allegata al disegno di legge di stabilità. La principale novità di quest'anno è quella prevista dall'art. 6, comma 15, della spending review (dl 95/2012). Tale disposizione ha introdotto la facoltà, per i tre anni successivi a quello di prima iscrizione in bilancio della spesa, di reiscrivere gli stanziamenti annuali di competenza totalmente non impegnati alla chiusura dell'esercizio. L'obiettivo è evitare l'assunzione di impegni finalizzata solo a scongiurare il verificarsi di non volute economie di bilancio che sottraggono risorse finanziarie alla realizzazione degli interventi e determinano accumulo di residui passivi.
vota