Consulenza o Preventivo Gratuito

Restituzione dei contributi ridotti, Durc regolare

del 23/01/2013
di: di Carla De Lellis
Restituzione dei contributi ridotti, Durc regolare
Durc regolare alle imprese dell'Abruzzo che stanno restituendo premi e contributi sospesi in misura del 40%. Lo spiegano Inail (nota prot. n. 337/2012) e Inps (msg n. 1143/2012) ricordando, inoltre, la scadenza del 31 gennaio per presentare la dichiarazione «de minimis» ai fini della fruizione della riduzione al 40%.

Sisma in Abruzzo. La vicenda riguarda la sospensione di premi e contributi a seguito del sisma in Abruzzo del 2009. A partire da gennaio 2012, le imprese li stanno restituendo nell'importo scontato del 60% (cioè nella misura del 40% del dovuto). La riduzione è stata riconosciuta solo ai soggetti rientranti nell'ambito di applicazione del regime «de minimis» in materia di aiuti di stato, mentre l'estensione agli altri soggetti è stata subordinata all'eventuale esito positivo della valutazione di compatibilità da parte della commissione europea. Quest'ultima, con decisione 17 ottobre 2012, ha informato l'Italia di aver avviato un procedimento d'indagine e, nello stesso tempo, ha ingiunto le autorità italiane a sospendere tutti gli aiuti illegali concessi nei casi oggetto di indagine formale.

Durc regolare. In conseguenza della segnalazione della commissione Ue, il ministero del lavoro ha scritto agli enti (Inps e Inail) evidenziando che, in attesa della decisione definitiva della commissione europea, né le disposizioni comunitarie in materia di appalti, né quelle di diritto interno, ostano al rilascio del Durc. Pertanto, le imprese che stanno effettuando il pagamento di premi e contributi sospesi nella misura ridotta possono essere considerate regolari fino alla decisione dell'Ue, ed il relativo Durc verrà rilasciato con l'annotazione «salvo l'esito della decisione della Commissione Europea».

Scadenza del 31 gennaio. Inail e Inps, infine, hanno ricordato che, in ottemperanza alla predetta decisione Ue del 17 ottobre 2012, resta confermato il termine del 31 gennaio entro il quale le imprese devono presentare la dichiarazione «de minimis» al fin della fruizione della riduzione al 40% degli importi di premi e di contributi dovuti.

vota