Consulenza o Preventivo Gratuito

Diritti: agli agenti di commercio, provvigioni fiume

del 22/01/2013
di: di Cinzia De Stefanis
Diritti: agli agenti di commercio, provvigioni fiume
Spettano all'agente di commercio anche le provvigioni maturate dopo la cessazione del rapporto di agenzia. Anche se il rapporto di lavoro è terminato, l'agente di commercio ha diritto alle somme derivanti dagli acquisti effettuati dai clienti con le carte di fidelizzazione da lui vendute fino alla loro scadenza, se la durata è ragionevole e se la vendita sia da ricondurre all'attività dello stesso. Questo è quanto espresso dalla Cassazione (Sezione lavoro) con la sentenza 16 gennaio 2013 n. 894. Il fatto in sintesi: la cassazione rigetta il ricorso (confermando la sentenza di primo grado) presentato da una società per azioni (Eni) contro la decisione dei giudici di merito che avevano condannato la società al pagamento 51 mila euro, oltre accessori e spese, a titolo di differenze retributive e indennità di fine rapporto ex articolo 1751 del cc, maturate all'esito del rapporto di agenzia cessato nel 2001, per la vendita delle carte di fidelizzazione multicard e multicard routex di durata biennale. Per gli ermellini la società per azioni avrebbe dovuto spiegare più chiaramente, cosa che invece non ha fatto, l'erroneità dell'interpretazione letterale della lettera aggiuntiva che invece la Corte di appello ha posto alla base del rigetto del ricorso della compagnia petrolifera. La lettera aggiuntiva affermano i giudici di cassazione conteneva la disciplina negoziale delle provvigioni conseguenti alla vendita e all'utilizzo da parte dei clienti. Le ragioni della sentenza di primo grado, non erano state confutate in modo tale da mettere in dubbio il fondamento logico-giuridico della motivazione. I giudici nel rigettare il ricorso presentato ricordano che l'articolo 1748, °3 comma, c.c. stabilisce che dopo lo scioglimento del contratto di agenzia, spetta il diritto alle provvigioni sugli affari conclusi entro un termine ragionevole e sempre che la loro conclusione sia da ricondurre all'attività dell'agente.
vota