Consulenza o Preventivo Gratuito

Aggiustamenti: la patente europea parte in salita

del 16/01/2013
di: di Stefano Manzelli
Aggiustamenti: la patente europea parte in salita
Sarà una partenza in salita per la patente europea che potrebbe entrare in vigore sabato prossimo ancora senza una completa identità. Manca infatti all'appello il decreto correttivo che nella stesura sottoposta al vaglio del Consiglio dei ministri del 22 dicembre introduce aggiustamenti dilazionati nel tempo anche in materia di sanzioni. Il rischio è quello di paralizzare l'attività sanzionatoria della polizia stradale in materia di licenze di guida. O almeno di complicarla ulteriormente. A quanto risulta ad ItaliaOggi il capo dello stato ha ricevuto il provvedimento correttivo solo giovedì scorso e dovrebbe quindi siglare la novella nelle prossime ore. Una volta completato l'iter al Quirinale il provvedimento potrebbe sbarcare in Gazzetta a ridosso dell'entrata in vigore della riforma ma con possibili sorprese di diritto transitorio. L'unica certezza sulla riforma della patente europea quindi, al momento, è che il 19 gennaio entreranno in vigore le disposizioni del testo del dlgs 59/2011. Ma nulla ancora si sa ancora di certo sul dlgs correttivo che potrebbe anche essere pubblicato in tempo mantenendo però l'impostazione letterale dell'art. 24 della bozza ovvero un'immediata vigenza di alcune regole burocratiche e il rinvio degli aggiustamenti sanzionatori.

Il rischio, dunque, è che si crei una grave discrasia, che produrrebbe conseguenze negative sull'applicazione delle nuove norme in materia di patente di guida. La questione è di grande rilevanza considerando che il decreto correttivo, oltre a modificare alcune imperfezioni letterali del dlgs 59/2011, modifica anche l'impianto sanzionatorio stradale, spesso aggravandolo o rettificandolo. È il caso per esempio della guida senza patente di macchine agricole che potrebbe rimanere non penale ancora per qualche settimana. Mentre per chi circolerà con patenti di sottocategoria diversa (al momento solo la patente A1) il rischio è quello di incorrere in sanzioni penali fino alla messa a regime delle nuove regole.

© Riproduzione riservata

vota