Consulenza o Preventivo Gratuito

Le nuove domande dell'Aspi si fanno solo online

del 15/01/2013
di: di Carla De Lellis
Le nuove domande dell'Aspi si fanno solo online
La nuova indennità di disoccupazione viaggia online. Le domande di Aspi e miniAspi, nonché della miniAspi 2012 (quella con requisiti ridotti relativa al 2012), infatti, si presentano esclusivamente in via telematica (da internet) o tramite contact center. Lo rende noto l'Inps nel messaggio n. 760 di ieri, illustrando le modalità operative.

Occhio ai termini. Le istruzioni riguardano le domande che devono essere presentate dai lavoratori al fine di ottenere la liquidazione della nuova indennità di disoccupazione Aspi (assicurazione sociale per l'impiego) e miniAspi. Ordinariamente, si ricorda, sia per l'Aspi che per la miniAspi i lavoratori devono, a pena di decadenza, presentare la domanda, esclusivamente in via telematica, entro il termine di due mesi dalla data di spettanza (in genere, dalla perdita dall'occupazione). Solamente con riferimento alla miniAspi2012, relativa all'anno scorso, il termine è fissato al 2 aprile 2013

Tre canali. Tre i canali a disposizione dei lavoratori per presentare le domande:

  • web - servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite pin attraverso il portale dell'Inps;

  • contact center multicanale attraverso il numero telefonico 803164 con il supporto dei servizi telematici messi a disposizione dall'Inps;

  • patronati/intermediari, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi con il supporto dell'Inps.

    Il primo canale è disponibile dal portale internet dell'Istituto (www.inps.it) attraverso il seguente percorso: Al servizio del cittadino - Autenticazione con pin - Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito - ASpI, Disoccupazione, Mobilità e Trattamenti speciali edili - Indennità ASpI. Il pin con cui viene effettuata l'autenticazione al servizio deve essere di tipo dispositivo. L'Inps precisa, tuttavia, che eventuali richieste inviate con pin non dispositivo saranno comunque trasmesse e protocollate, risultando utili ai fini del rispetto del termine di presentazione, ma non potranno essere definite fino a quando il pin non assumerà caratteristiche dispositive. In tal caso, ai cittadini che invieranno telematicamente una richiesta con pin non dispositivo, sia in fase di avvio della compilazione della domanda sia dopo l'invio verrà segnalata la necessità di rendere dispositivo il proprio pin affinché la richiesta inoltrata possa essere definita dalla competente sede Inps.

    Il servizio di acquisizione delle domande da contact center multicanale Inps-Inail è disponibile anche per i lavoratori in possesso di pin telefonando al numero verde 803 164. Anche in questo caso per la presentazione della domanda è necessario che il cittadino sia munito di pin dispositivo. Nel caso in cui il cittadino ne sia sprovvisto, la domanda sarà considerata valida ai fini del rispetto del termine di presentazione e, contestualmente, il cittadino verrà invitato a convertire il proprio pin in dispositivo. Nel caso in cui il cittadino sia totalmente sprovvisto di pin, l'operatore del contact center fornirà tutte le istruzioni necessarie per il completamento della domanda di indennità di disoccupazione.

    © Riproduzione riservata

  • vota