Consulenza o Preventivo Gratuito

Giudizio a mani libere se l'amministrazione non avverte

del 11/01/2013
di: La Redazione
Giudizio a mani libere se l'amministrazione non avverte
Atti e documenti del contribuente utilizzabili durante il processo anche quando il cittadino non ha risposto al questionario se il fisco non l'ha avvertito sulle conseguenze dell'inottemperanza in sede amministrativa. Mettendo l'accento sul principio di collaborazione fra cittadini e amministrazione, la Cassazione, con sentenza 455 del 10 gennaio 2013, ha respinto il ricorso delle Entrate. La vicenda riguarda un contribuente invitato dall'amministrazione a rispondere a un questionario e a esibire documenti che giustificassero la provenienza di somme impiegate per operazioni di compravendita. L'uomo aveva chiesto un rinvio per via delle feste natalizie. La motivazione era sembrata insufficiente tanto che l'ufficio aveva spiccato l'accertamento. Il contribuente lo ha impugnato contestando, fra l'altro, il mancato avvertimento circa le conseguenze collegate al questionario non preso in considerazione. La tesi è risultata vincente di fronte alla Ctr. Ora la Cassazione ha reso definitiva la decisione affermando che «la preclusione fissata dall'art. 32 dpr 600 del 1973 non opera a carico del contribuente che non abbia ottemperato alle richieste rivoltegli nel termine assegnatogli, qualora l'amministrazione non l'abbia previamente avvertito delle conseguenze collegate a tale inottemperanza».
vota