Consulenza o Preventivo Gratuito

Inps: accesso agli atti gratis fino a cinque euro

del 09/01/2013
di: Carla De Lellis
Inps: accesso agli atti gratis fino a cinque euro
Bonus di 5 euro dall'Inps per la riproduzione di atti e documenti, ottenibili anche in via fax o telematica e su supporto informatico fornito dal richiedente (per esempio cd o pen drive). Oltre tale soglia invece il servizio si paga. Lo stabilisce, tra l'altro, l'Inps nella circolare n. 4/2013, illustrando il nuovo regolamento sul diritto di accesso a documenti e atti dell'istituto di previdenza.

Le nuove disposizioni, un po' datate, sono state approvate con determina n. 366/2011 del Presidente dell'Inps e risalgono alle disposizioni della legge n. 15/2005. Ciò nonostante, spiega l'Inps, si tratta di disposizioni tuttora valide specialmente con riferimento al nuovo organigramma dell'istituto che, dal 1° gennaio 2012, ha accolto anche gli enti Inpdap ed Enpals soppressi dalla manovra Salva Italia (dl n. 201/2011). Il regolamento, in sostanza, disciplina le modalità attraverso cui il cittadino può chiedere all'Inps di visionare o di avere in copia una certa documentazione amministrativa elaborata dallo stesso istituto di previdenza.

Analizzando le nuove regole, l'Inps spiega, in primo luogo, che anche nel nuovo sistema è ribadita l'inammissibilità delle istanze di accesso ad atti finalizzate a un controllo generalizzato dell'operato dell'istituto; quindi spiega che ci sono due possibili ipotesi di accesso: informale e formale. Il primo caso ricorre quando la visione della documentazione avviene in maniera semplice, e la richiesta può avvenire anche in forma verbale. L'accesso è formale, invece, quando avviene previa presentazione di domanda ad hoc (l'Inps ha predisposto un modulo specifico) sulla base della spontanea iniziativa dell'interessato o su richiesta dell'Inps (per esempio, nel caso di dubbi sull'accessibilità all'atto).

L'accesso ai documenti è sempre gratis, mentre la riproduzione di copie di atti è a pagamento se il costo complessivo supera i 5 euro. Il regolamento stabilisce, in particolare, questi costi: 0,44 per facciata in caso di fotocopie; 0,11 euro per il rilascio di documenti su supporto informatico che deve essere fornito dal richiedente l'accesso; euro 0,44 a pagina per l'invio tramite fax; euro 0,11 per ogni invio effettuato in via telematica; costo effettivo per l'invio dei documenti tramite canale postale (raccomandata a/r).

vota