Consulenza o Preventivo Gratuito

Il software per le istanze dell'Irap in remoto

del 04/01/2013
di: di Andrea Bongi
Il software per le istanze dell'Irap in remoto
I dati delle istanze di rimborso per la deduzione Irap analitica verranno immessi sul server delle Entrate con una procedura software in remoto. La compilazione dell'istanza passerà attraverso tre distinte fasi di immissione al termine delle quali il file salvato potrà essere inviato telematicamente. Sono queste le principali caratteristiche del nuovo applicativo software denominato «RimborsoIrapSpesePersonale» messo ieri in rete sul sito internet delle Entrate che consente la compilazione del modello per l'istanza di rimborso Irpef/Ires per mancata deduzione dell'Irap relativa alle spese per il personale dipendente e assimilato (art. 2, comma 1-quater, decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201) nonché la creazione del relativo file da trasmettere telematicamente. Il software non effettua calcoli ma è semplicemente un compilativo che aiuta i contribuenti o gli intermediari abilitati alla predisposizione dell'istanza di rimborso.

La versione 1.0.0 del 3/1/2012 messa ieri in rete ricalca infatti il modello di istanza di rimborso approvato tramite il provvedimento direttoriale del 17 dicembre 2012 e si compone di una serie di finestre apribili grazie ad un menù a tendina a disposizione dell'utente. La compilazione delle istanze di rimborso passa attraverso tre distinte fasi. Nella prima fase è necessario qualificare il soggetto inserendo il suo codice fiscale e i dati anagrafici di base (nome e cognome, denominazione). Successivamente l'applicativo passa alla fase due con la quale si completano i dati anagrafici del richiedente e si procede all'apertura di vari moduli RI quanti sono i periodi d'imposta oggetto di richiesta di rimborso. Alla fine della compilazione del modello è possibile verificare la correttezza formale dei dati inseriti. Tale verifica potrebbe segnalare errori bloccanti o errori non bloccanti (segnalazioni) che l'utente avrà cura di rimuovere prima dell'invio telematico dell'istanza. La terza e ultima fase consiste invece nel riepilogo dell'istanza e conseguente creazione di un file da utilizzare per il successivo invio telematico.

Il software RimborsoIrapSpesePersonale funziona soltanto in remoto. Ciò significa che così come avviene per il Redditest, il contribuente non ha la possibilità di istallare il software sulla propria postazione di lavoro ma unicamente interfacciarsi con il server di Sogei che gestisce per conto dell'Agenzia delle entrate l'applicazione software.

Ogni pratica inserita dal contribuente sulla propria partizione resta archiviata e potrà essere riaperta o modificata anche nelle successive sessioni di lavoro. Ogni volta che l'utente si connette al server web l'applicazione verifica l'esistenza di una versione più recente del software e, in caso positivo, procede in automatico all'eventuale aggiornamento.

L'utente ha la garanzia di utilizzare sempre l'ultima versione dell'applicazione senza dover eseguire complesse procedure di aggiornamento. Gli intermediari abilitati che hanno assunto l'impegno a trasmettere più istanze possono incorporare in un unico file tutte le istanze predisposte per conto dei loro clienti avendo cura che quelle inserite in ciascun file siano riferibili ad un unico cluster di appartenenza.

© Riproduzione riservata

vota