Consulenza o Preventivo Gratuito

Professioni: riforme una corsa contro il tempo

del 28/12/2012
di: Benedetta Pacelli
Professioni: riforme una corsa contro il tempo
Sul filo del rasoio l'approvazione degli ultimi provvedimenti in materia di professioni. Dal regolamento sulle Stp, le Società tra professionisti, al decreto sui parametri per la definizione degli importi a base d'asta dei servizi di progettazione, fino al Testo unico (dpr) che dovrà raccogliere tutte le norme che resteranno in vigore dopo l'attuazione della riforma delle professioni (dpr 137/12). È una corsa contro il tempo insomma, per cercare di portare a casa i tre provvedimenti nel poco tempo rimasto, visto che una circolare dello scorso 21 dicembre della Presidenza del consiglio dei ministri stabilisce che tutte le norme in avanzato processo di attuazione possono proseguire il normale iter legislativo. È il caso, per esempio, dell'atteso (soprattutto dalle categorie tecniche) regolamento sulle Società tra professionisti pronto, con tanto di modifiche dopo i rilievi del Consiglio di stato, per essere firmato dai ministri competenti Paola Severino e Corrado Passera. Del resto è stato lo stesso guardasigilli a «prometterne», più o meno ufficialmente, la firma dopo l'approvazione della riforma forense. Ma ad una settimana dal via libera di quella legge, il testo sulle Stp giace ancora nei cassetti dei piani alti di Via Arenula. Strada in discesa, invece, per il dm che definisce i parametri da utilizzare per la determinazione dell'importo da porre a base di gara nell'ambito dei contratti pubblici dei servizi di ingegneria e architettura. Il testo, condiviso già con tutte le categorie tecniche, sarà inviato al Cds dopo la pausa natalizia e al ministero della giustizia confidano nella pubblicazione in Gazzetta Ufficiale a fine gennaio. Non sarà pronto invece, per il 31 dicembre (come stabilito dal dpr Severino), il testo unico che dovrà fare piazza pulita delle norme incompatibili con quelle introdotte dalla riforma delle professioni.

vota