Consulenza o Preventivo Gratuito

Professioni senz'albo, unione giovani dottori contro

del 22/12/2012
di: La Redazione
Professioni senz'albo, unione giovani dottori contro
Continuano le polemiche contro la legge sulle professioni non regolamentate. Questa volta a denunciare «l'incoerenza e la doppiezza della legislazione» è l'Unione nazionale giovani dottori commercialisti ed esperti contabili che punta il dito contro un provvedimento che non ha escluso quelle attività per le quali esiste già un professione. In sostanza dice l'Ungdcec esiste un «doppio binario per professioni regolamentate, per le quali il dictat è liberalizzare, alleggerire, deregolamentare, e professioni non regolamentate per cui invece si fa un nuovo impianto normativo, parallelo a quello delle professioni con ratio pressoché identica: formazione, codice deontologico, sanzioni disciplinari, tutela degli utenti». Per l'Unione giovani si sarebbero dovute escludere le attività di professioni già organizzate in ordine e collegi quando invece ne fanno parte la consulenza fiscale e aziendale. Il disappunto dell'Unione viene proprio dal «non aver escluso dalla nuova legge quelle attività per le quali esiste già un corpo professionale e per le quali le ragioni della tutela dell'utenza e del rispetto delle regole della concorrenza non reggono affatto». «Il sospetto che la spinta all'emanazione della legge venga da associazioni che afferiscono ad attività radicate nel tessuto economico e non nuove è fondato», dicono i giovani dottori, «perché se da un lato c'è l'esigenza di offrire riferimenti e confini ad attività nuove, dall'altro emerge la volontà di riconoscere piena legittimità a soggetti che, per averle, avrebbero solamente dovuto accettare le regole già previste e seguire l'iter formativo disciplinato nel sistema ordinistico. Le parole hanno bisogno di rigore per non ingenerare confusione: dopo questa legge», si chiede infine l'Unione giovani, «chi sarà il professionista?»
vota