Consulenza o Preventivo Gratuito

Stangata salata per i gestori delle videolottery

del 20/12/2012
di: Nicola Tani
Stangata salata per i gestori delle videolottery
Stangata da oltre 100 milioni di euro sui gestori delle videolotteries, le macchinette in grado di erogare vincite fino a mezzo milione di euro. La commissione Bilancio del senato ha approvato ieri un emendamento alla legge di Stabilità, presentato dai relatori Legnini e Tancredi, che innalza dal primo gennaio il prelievo erariale unico (Preu), dal 4,5% al 5% sugli incassi. Confermato anche lo stop al rinvio della gara per mille sale da poker live, ora fissata (ma è un termine puramente indicativo) al 1° gennaio 2013: «Una scadenza già prevista dalla legge di Stabilità 2011 e che la Ragioneria dello stato ha chiesto di rispettare», hanno spiegato i relatori. Restano invece al 30 giugno l'entrata in vigore delle limitazioni alla pubblicità dei giochi e l'emanazione del decreto interdirigenziale anti-ludopatia. Il ministro della salute si è detto contrario a un stravolgimento del testo, a causa di «emendamenti corsari in zona Cesarini sulla spinta di alcune lobby». Una preoccupazione infondata, sostengono i concessionari di Sistema Gioco Italia, secondo i quali «si vuole spostare la responsabilità dei provvedimenti in approvazione su un presunto potere degli operatori del gioco legale che in questa partita nulla hanno inciso».

vota