Consulenza o Preventivo Gratuito

Disposizioni salva-infrazioni, un decreto a perdere

del 12/12/2012
di: La Redazione
Disposizioni salva-infrazioni, un decreto a perdere
I congedi parentali potranno essere utilizzati anche a ore e non solo su base giornaliera. Sarà la contrattazione collettiva a definire le modalità di fruizione del congedo nonché i criteri di calcolo della base oraria e l'equiparazione di un determinato monte ore alla singola giornata lavorativa. È una delle tante disposizioni contenute nel decreto legge salva-infrazioni, (dl 216 del 2012 «Disposizioni urgenti volte a evitare l'applicazione di sanzioni dell'Unione europea», pubblicato ieri sulla G.U. n. 288). Il provvedimento punta a salvare l'Italia dalle numerose procedure, aperte o possibili, da parte dell'Unione europea. Si tratta molto probabilmente di un decreto «a perdere», nel senso che i suoi contenuti dovrebbero essere trasfusi nella legge di Stabilità (si veda ItaliaOggi di ieri). I temi affrontati dal decreto (si veda ItaliaOggi del 7 dicembre scorso) spaziano dal lavoro al fisco, dalla sanità all'ambiente. Sul fronte fiscale, si prevedono, tra l'altro, l'unificazione dei criteri del momento di effettuazione delle operazioni intra Ue, lo stop alla fatturazione dei pagamenti anticipati e la ridefinizione degli adempimenti negli scambi intracomunitari. E ancora, lo stop per i comuni alla possibilità di ampliare l'oggetto dei contratti per la riscossione locale affidando ai concessionari nuovi ambiti di business senza indire gare, ma semplicemente rinegoziando i rapporti in essere. Da segnalare, ancora le modifiche alla normativa del quadro RW sui beni all'estero: la previsione di una sanzione di 258 euro per chi presenta il quadro RW entro i 90 giorni successivi alla scadenza dei termini di Unico, riduzione dal 5 al 3% della sanzione minima per l'omessa dichiarazione degli investimenti esteri che raddoppia se i predetti investimenti sono situati in black list, completa scomparsa della sezione III del quadro relativo al monitoraggio fiscale.
vota