Consulenza o Preventivo Gratuito

Borsa lavoro telematica per consulenti del lavoro

del 01/12/2012
di: di Simona D'Alessio
Borsa lavoro telematica per consulenti del lavoro
Una «banca dati di mobilità professionale» che crei un circuito telematico con cui «i colleghi possano scambiarsi offerte di collaborazione, o proposte per rilevare studi». E, soprattutto, per far sì che tanti giovani che vivono nelle regioni svantaggiate del paese abbiano la chance di migrare in una realtà più favorevole, «una volta messi in contatto con titolari bisognosi di un prestatore d'opera». È l'ambizioso progetto che, «ideato un paio d'anni fa con l'allora ministro per la gioventù Giorgia Meloni, oggi siamo in grado di far partire in via sperimentale al nostro interno» dichiara a ItaliaOggi Marina Calderone, presidente del Consiglio nazionale dell'ordine dei consulenti del lavoro ieri, alla conclusione del congresso straordinario, a Roma. La professione, osserva, «in talune aree della penisola è in netta crescita, in altre, purtroppo, a causa della crisi e della progressiva deindustrializzazione, arretra. Ecco perché è necessario mettere in relazione persone che possano realizzare una rete di solidarietà, orientando i flussi in luoghi anche diversi da quelli in cui ci si è formati, e dando nuove prospettive alla componente giovanile». Il piano di chiama «Work Lab», sarà testato a breve online da un gruppo di iscritti all'ordine e, continua Calderone, «potremmo coinvolgere altre categorie, nell'ottica di far nascere programmi multidisciplinari. Ciò si lega», chiude, alla strategia «studiata con la cassa previdenziale, l'Enpacl, per finanziare l'avvio dell'attività, o l'acquisizione di quote di uno studio con prestiti ad hoc».

vota