Consulenza o Preventivo Gratuito

Senz'albo, riforma della legge al rush finale

del 27/11/2012
di: di Gabriele Ventura
Senz'albo, riforma della legge al rush finale
Riforma dei senz'albo al rush finale. È previsto per oggi, infatti, l'avvio dei lavori, in commissione Attività produttive della Camera, sul disegno di legge che disciplina le professioni non regolamentate, già approvato in prima lettura da Montecitorio e Palazzo Madama. E la partita si giocherà tutta in due settimane. Perché successivamente il Parlamento sarà intasato dalla legge di stabilità. Per questo, le professioni non ordinistiche sperano che gli emendamenti al ddl (da presentare entro oggi alle 19) vengano respinti e il testo possa passare in sede legislativa. Iter che, secondo quanto afferma Giorgio Berloffa, presidente di Cna Professioni, ha già avuto il benestare della conferenza dei capigruppo. Decisivi saranno però i pareri vincolanti delle commissioni Bilancio, Giustizia e Affari costituzionali. «Siamo moderatamente ottimisti», afferma Berloffa, «d'altra parte la commissione Bilancio della Camera si era già espressa favorevolmente a gennaio su questa legge e il testo non è stato modificato in modo da giustificare un cambio di rotta. Come Cna stiamo lavorando però moltissimo con le commissioni affinché la legge vada in legislativa». «Anche perché», continua il presidente di Cna Professioni, «abbiamo 15 giorni di tempo per l'approvazione definitiva, poi arriverà la Finanziaria e non ci sarà più spazio per la nostra legge». Ricordiamo che al riforma dei senz'albo (C. 1934 - 2077 - 3131 - 3488-3917-B) è arrivata alla Camera in terza lettura dopo l'approvazione di Montecitorio prima e del Senato il 15 novembre scorso. In particolare a Palazzo Madama è stato introdotto un emendamento che sostituisce la parola «professione» con «servizio intellettuale», e il termine «professionista» con «prestatore di servizio».
vota