Consulenza o Preventivo Gratuito

Operazioni a premio, punti dei partner senza Iva

del 27/11/2012
di: Roberto Rosati
Operazioni a premio, punti dei partner senza Iva
Nell'ambito di un'operazione a premio, se il cliente, invece dei beni e servizi presenti nel catalogo, sceglie di ottenere punti di altre manifestazioni promozionali di società partner, questi ultimi rappresentano il premio assegnato. Di conseguenza, lo scambio verso corrispettivo dei punti-premio fra le varie società aderenti alle manifestazioni costituisce, ai fini dell'Iva, un'operazione esente dall'imposta in quanto avente ad oggetto titoli non rappresentativi di merci, il cui importo dovrà pertanto essere assoggettato all'imposta sostitutiva del 20% da parte della società acquirente. Questo, in estrema sintesi, il contenuto della risoluzione n. 101 del 26 novembre 2012, con la quale l'Agenzia delle entrate ha risposto a un'istanza di interpello concernente i riflessi fiscali di una operazione a premio nell'ambito della quale i partecipanti possono, in base ai punti accumulati, scegliere, all'interno di un catalogo, un premio rappresentato da beni e servizi oppure da altri punti di analoghe manifestazioni promosse da società partner. Se il cliente sceglie i punti, gli accordi tra le promotrici prevedono che la società debba versare all'altra un corrispettivo per ciascun punto ricevuto, per cui il trasferimento dei punti tra le varie società, per la successiva assegnazione ai clienti, avviene a titolo oneroso. In proposito, condividendo la tesi dell'interpellante, l'Agenzia conferma che i punti che una società acquista da un'altra per assegnarli ai propri clienti a seguito del raggiungimento di un certo numero di punti nella propria iniziativa costituiscono un vero e proprio premio, presente nel catalogo. Posto che il trasferimento verso corrispettivo dei punti-premio tra le società integra una cessione di titoli similari a quelli non rappresentativi di merci, esente dall'Iva ai sensi dell'art. 10, n. 4, del dpr 633/72, l'acquisto dei punti costituenti il premio dell'operazione, non essendo assoggettato all'Iva, deve scontare l'imposta sostitutiva del 20% di cui all'art. 19, comma 8, della legge n. 449/1997. La successiva assegnazione dei punti-premio agli aventi diritto, naturalmente, è un'operazione estranea alla sfera dell'Iva.

vota