Consulenza o Preventivo Gratuito

Prove per la patente valide su qualunque strada

del 24/11/2012
di: Stefano Manzelli
Prove per la patente valide su qualunque strada
Chi abita lontano da un'autostrada e vuole conseguire una patente di categoria B non dovrà più fare i salti mortali per rispettare il programma di esercitazioni obbligatorio. Sarà infatti sufficiente sperimentarsi alla guida con istruttore a fianco su una strada extraurbana trafficata anche senza corsie di sorpasso o rampe di immissione. Lo ha chiarito il ministero dei trasporti con il decreto 3 ottobre 2012 pubblicato sulla G.U. n. 265 del 13/11/2012. L'ultima corposa riforma stradale 120/2010 ha introdotto un nuovo comma all'art. 122 del codice il quale letteralmente dispone che per il conseguimento della patente di guida di categoria B ora il candidato deve effettuare esercitazioni obbligatorie in autostrada o su strade extraurbane e in condizioni di visione notturna presso un'autoscuola con istruttore abilitato e autorizzato, demandandone la disciplina e le modalità di svolgimento a un decreto del ministro dei trasporti che è stato pubblicato sulla G.U. 95/2012 (decreto 20 aprile 2012). Con questo provvedimento è stato approvato, tra l'altro, il programma di sei ore complessive delle esercitazioni obbligatorie di guida da suddividersi tra guida in orario serale, su strade di media difficoltà e strade importanti come le autostrade. Per assecondare le istanze dei soggetti residenti in aree del paese non servite dalle autostrade il ministero ha quindi fornito un importante chiarimento con il decreto appena pubblicato in Gazzetta. L'obbligo di esercitazione su autostrade o strade extraurbane è assolto comunque anche se il candidato sperimenta la sua abilità alla guida solo su strade extraurbane evitando quindi l'autostrada. Resterà però necessario sperimentare anche due ore di guida notturna e due ore di guida mediamente impegnativa.

vota