Consulenza o Preventivo Gratuito

L'assemblea convocata anche via fax o con posta certificata

del 21/11/2012
di: La Redazione
L'assemblea convocata anche via fax o con posta certificata
Stop alla raccolta di deleghe per fare il bello e il cattivo tempo in assemblea, che potrà essere convocata anche con fax o pec. Il nuovo articolo 67 delle disposizioni per l'attuazione del codice civile conferma che ogni condomino può intervenire all'assemblea anche a mezzo di rappresentante, munito di delega scritta. Ma se i condomini sono più di venti, il delegato non può rappresentare più di un quinto dei condomini e del valore proporzionale. Per l'assemblea viene riformulata la regola per i comproprietari, che possono partecipare con un solo rappresentante, ma si riferisce la regola all'unità immobiliare e non più al piano o porzione di piano dell'edificio. Per le modifiche alle destinazioni di uso, quando i partecipanti sono complessivamente più di sessanta, ciascun condominio deve designare il proprio rappresentante all'assemblea per la gestione ordinaria delle parti comuni a più condominii e per la nomina dell'amministratore. All'amministratore non possono essere conferite deleghe per la partecipazione a qualunque assemblea. La riforma precisa che nudo proprietario e usufruttuario rispondono solidalmente per il pagamento dei contributi dovuti all'amministrazione condominiale. Si conferma, poi, che l'usufruttuario di un piano o porzione di piano dell'edificio esercita il diritto di voto negli affari che attengono all'ordinaria amministrazione e al semplice godimento delle cose e dei servizi comuni. Nelle altre deliberazioni, il diritto di voto spetta ai proprietari, salvi i casi in cui l'usufruttuario intenda fare eseguire riparazioni a proprie spese ovvero si tratti miglioramenti o addizioni. In tutti questi casi l'avviso di convocazione deve, quindi, essere comunicato sia all'usufruttuario sia al nudo proprietario. Novità anche per l'avviso di convocazione dell'assemblea. La riforma prevede che l'avviso di convocazione deve contenere specifica indicazione dell'ordine del giorno. Si conferma il termine di cinque giorni tra la comunicazione e la data fissata per l'adunanza in prima convocazione. La convocazione, inoltre, potrà essere inoltrata a mezzo di posta raccomandata ma anche di posta elettronica certificata, fax o tramite consegna a mani, e deve contenere l'indicazione del luogo e dell'ora della riunione. La novella stabilisce, inoltre, che in caso di omessa, tardiva o incompleta convocazione degli aventi diritto, la deliberazione assembleare è annullabile su istanza dei dissenzienti o assenti perché non ritualmente convocati. L'assemblea in seconda convocazione non può tenersi nel medesimo giorno solare della prima. L'amministratore ha facoltà di fissare più riunioni consecutive in modo da assicurare lo svolgimento dell'assemblea in termini brevi.
vota