Consulenza o Preventivo Gratuito

Da Twitter arrivano le prime bocciature del software

del 21/11/2012
di: Cristina Bartelli
Da Twitter arrivano le prime bocciature del software
Semaforo rosso per il redditest.«Per me il software #redditest è una corazzata Potemkin», e poi «Chi evade sa che deve fare il nero». Ancora: «Primo problema. Una volta che hai inserito il reddito, e te lo chiede all'inizio, non lo puoi più modificare». C'è chi ironizza: «parlerà come Siri? Ti dirà: hai speso troppo, o ti sei dimenticato di contabilizzare quell'incasso?» e chi fa il precisino: «Ma se do i KW auto perché chiede costo assicurazioni, che può assumere, e non costi carb. e manutenzione?». O chi l'unico sfida Befera e l'Agenzia delle entrate: «Ok luce rossa mbè?». Gli utenti Twitter di ItaliaOggi non le mandano a dire all'Agenzia delle entrate e ieri hanno provato in real time, appena c'è stato il rilascio da parte dell'Agenzia, il nuovo software di autodiagnostica. Giudizi non proprio entusiasti e un po' dissacranti che raccontano, forse, di una frattura nella fiducia tra Fisco e contribuenti. C'è chi, come @lucagrossi66 paragona il lancio del redditest agli eventi del mondo Apple e ironicamente chiede se nelle nuove versioni anche il Redditest avrà l'assistente vocale Siri che accompagna il contribuente nella compilazione e gli dà gli allarmi vocali. O chi si pone il problema, è il caso di @michelemercuri, che per chi dichiara tutto, cioè i lavoratori dipendenti, è un po' inutile. C'è del disincanto nei commenti perché «chi evade sa che deve fare il nero» si sfoga sempre @michelemercuri, forse non cogliendo la funzione che dovrebbe avere il Redditest, una sorta di confessionale fiscale dove il contribuente, alle prese con la propria coscienza di spesa, e la propria verità dichiarativa ,si faccia un autodiagnosi per sapere cosa rischia e se rischia. Dalle simulazioni fatte sembra che il redditest sia un padre confessore molto tollerante.

L'incoerenza, la spia rossa, scatta davvero in situazioni di anomalia molto forti. Chi l'ha fatto confessa di aver provato un brividino e alla fine con la stringa verde davanti all'occhio ha commentato: «Vabbè dai alla fine non è poi così male!».

vota