Consulenza o Preventivo Gratuito

Un piano nazionale contro la contraffazione

del 20/11/2012
di: La Redazione
Un piano nazionale contro la contraffazione
Un vero e proprio piano nazionale per rafforzare la lotta alla contraffazione, mettendo a sistema e coordinando le diverse iniziative di contrasto intraprese dalla pubblica amministrazione. Il lavoro, messo a punto dal Consiglio nazionale anticontraffazione (Cnac) che ha sede presso il ministero dello sviluppo economico, prende le mosse dalle priorità in materia di lotta alla contraffazione individuate da 13 commissioni tematiche, 150 esperti e oltre 70 organismi, provenienti dal mondo associativo imprenditoriale, dei consumatori, della pubblica amministrazione e delle forze dell'ordine. Il piano strategico è stato presentato ieri a Milano, nel corso degli Stati generali Lotta alla contraffazione, alla presenza del ministro dello sviluppo economico, infrastrutture e trasporti, Corrado Passera. Più in particolare, il piano nazionale elaborato dal Cnac ruota intorno a sei macro-priorità, riconducibili ad altrettanti ambiti di intervento: comunicazione e informazione; enforcement; rafforzamento del presidio territoriale; formazione alle imprese; lotta alla contraffazione via internet; tutela del Made in Italy da fenomeni di usurpazione all'estero. «Grazie al lavoro svolto in questi mesi, per la prima volta», ha dichiarato il presidente del Cnac Daniela Mainini, «il Sistema Italia si muove e parla con una voce unica e concorda un piano strategico che esprime le esperienze migliori per fornire un argine significativo al fenomeno della contraffazione. Il piano nazionale presentato oggi grazie a un lavoro di raccordo avvenuto tra associazioni di categoria, enti, istituzioni e consumatori», ha concluso il presidente Mainini, «pone dunque le basi per contrastare con maggiore efficacia questo fenomeno così dannoso per la nostra economia».
vota