Consulenza o Preventivo Gratuito

Tributaristi a confronto su nuove cariche e questioni

del 17/11/2012
di: di Lucia Basile
Tributaristi a confronto su nuove cariche e questioni
Tributaristi Lapet a raccolta. Come da statuto, è stata convocata per i giorni 22 e 23 novembre 2012, presso l'Auditorium dell'Istituto Patristicum Augustinianum, a Roma, l'assemblea nazionale degli associati Lapet. Tale appuntamento assume rilevanza non solo quale importante momento associativo (all'ordine del giorno infatti il rinnovo delle cariche direttive nazionali), ma rappresenta anche un'opportunità di confronto su tematiche sociali di assoluto rilievo. In particolare l'assemblea sarà occasione per discutere sulle principali questioni di cui l'associazione si è occupata nel corso degli ultimi quattro anni di attività e valutare il prossimo programma di governo 2012-2016. «I tanti obiettivi che il Consiglio direttivo nazionale si era prefissato sono stati per la maggior parte conseguiti: dal riconoscimento delle nuove professioni, all'iscrizione nell'elenco presso il ministero della Giustizia; dalla normazione Uni all'iscrizione presso le consulte camerali; dalla tutela dell'utenza con il mandato professionale e la polizza obbligatoria al rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro», ha evidenziato il presidente nazionale Roberto Falcone che ha aggiunto. «Altre importanti mete sono state già individuate nell'ambito della strategia politica che, nel prossimo quadriennio, l'associazione dovrà necessariamente perseguire». Buona consuetudine vuole che l'assemblea sia anche occasione per porre l'accento su problematiche di interesse sociale. «Convinti di poter mettere la nostra competenza e professionalità al servizio del bene comune è per questo che da tempo ormai rivolgiamo il nostro impegno anche in materia di politiche sociali organizzando convegni nazionali così come già fatto per quelli sul Fattore felicità, Fattore familiare, ecc.», ha ricordato Falcone.

Occorre evidenziare inoltre che l'assemblea ricade in una particolare annualità per la Lapet. Ricorre infatti il 25ennale della rivista Il Tributarista, fiore all'occhiello dell'associazione che ogni bimestre raggiunge tutti i più importanti uffici istituzionali e gli studi dei associati che sempre più numerosi si aggiungono ai veterani quelli che da quasi 30 anni non hanno mai smesso di credere nell'importanza del ruolo che la professione del tributarista riveste. Di certo, un quarto di secolo fa questo longevo organo di stampa, non aveva la stessa veste grafica di oggi. Le immagini erano più semplici, i colori decisamente meno accesi, anche se, i contenuti, sin da allora, testimoniavano la vita reale dell'associazione e dei suoi protagonisti. Si raccontavano così i primi successi, le prime piccole conquiste, dalle pagine di quello che, sin da subito, poteva a pieno titolo dirsi il «megafono» dell'associazione. L'unico organo di informazione a tutela del tributarista è, tutt'ora, la forza della categoria. E la Lapet non poteva trovare modo migliore per festeggiare, se non ritrovarsi tutti insieme al convegno nazionale «La carità politica». Infatti, per l'occasione, d'intesa con S.E. Monsignor Lorenzo Leuzzi, vescovo ausiliario di Roma, già gradito ospite al Convegno nazionale sul Fattore Famiglia dello scorso anno, l'associazione ha voluto presentare, proprio nell'ambito dell'assemblea, l'ultimo volume di Sua Eccellenza alla presenza dell'autore e dei parlamentari Gaetano Quagliariello, Matteo Colaninno e Renzo Lusetti. Il libro raccoglie molto sapientemente i quattro discorsi pronunciati dal Papa agli uomini e alle donne impegnati nelle istituzioni civili, in un momento particolarmente delicato per la crisi che sta dilagando nel mondo. L'enciclica Caritas in Veritate di Benedetto XVI ha suscitato infatti molto interesse non solo nell'ambiente ecclesiastico ma soprattutto nel mondo accademico e politico, per i suoi puntuali riferimenti alla costruzione di una società civile basata sul bene comune.

Data la rilevanza dell'evento, poi, il 21 novembre una fitta delegazione della Lapet sarà ricevuta in Udienza dal Santo Padre. Straordinario il numero di richieste di partecipazione «Un fenomeno che dimostra quel sentimento di proselitismo che contraddistingue la Lapet da sempre», ha detto Falcone che in merito alla presentazione del volume ha aggiunto. «Ritengo che l'enciclica Caritas in Veritate ha modernizzato il tema dell'«etica ed economia». Infatti si può dire figlia della globalizzazione, fenomeno che Papa Benedetto XVI giudica positivamente perché esso «è stato il principale motore per l'uscita dal sottosviluppo di interi regioni e rappresenta per sé una grande opportunità». La Caritas in Veritate fa comprendere, quindi, con chiarezza che se nel mondo dovesse aumentare, anziché diminuire, lo squilibrio tra paesi ricchi e paesi poveri, svanirebbe il risultato virtuoso atteso dalla globalizzazione, cioè l'integrazione pacifica dell'economia mondiale e l'unificazione del mondo. L'umanità potrà giungere al compimento di questo miracolo, se lo sviluppo economico si accompagnerà allo sviluppo umano, inteso come sviluppo delle menti, delle coscienze e della responsabilità personale», ha commentato il presidente. «Sua Santità ci trasmette un importante messaggio che va capito e testimoniato soprattutto nei “piani alti” della società, affinché i governanti possano finalmente guadagnarsi il titolo di “veri benefattori”, ossia di chi serve e non di chi si serve».

vota