Consulenza o Preventivo Gratuito

Il Registro revisori legali dei conti passa al Mef

del 14/11/2012
di: di Ignazio Marino
Il Registro revisori legali dei conti passa al Mef
Si chiude ufficialmente oggi l'era del Registro dei revisori legali dei conti gestito dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. L'ultimo atto, infatti, sarà la consegna degli archivi in possesso della società del Cndcec al Ministero delle finanze «in conformità degli accordi presi di recente». La cerimonia, come da convocazione del capo di gabinetto del Mef, si terrà oggi alla presenza del ministro dell'economia alle 12 e 30 presso la Sala della Maggioranza del Palazzo delle finanze di via XX Settembre. E vedrà la partecipazione del presidente del consiglio nazionale dei commercialisti Claudio Siciliotti, del Ragioniere generale Mario Canzio e dei dirigenti ministeriali (economia e giustizia). Con il trasferimento del registro dei revisori e quello dei tirocinanti oltre che dei relativi archivi al ministero si dà così attuazione al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, di recepimento della direttiva 2006/43/Ce, relativa alle revisioni legali dei conti annuali e dei conti consolidati. Il passaggio delle competenze è stato ulteriormente regolamentato dal decreto ministeriale 146/2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale 201 del 29/8/2012. Ma la vicenda non ha mancato di sollevare delle polemiche, soprattutto in casa dei commercialisti che in questi anni hanno rivendicato degli ottimi risultati in termini di efficienza e di trasferimenti finanziari allo stato. E l'avvicendamento non poteva non sollevare ulteriori critiche nel momento in cui sono aumentati i contributi a carico dei revisori. Di diverso avviso l'Istituto nazionale dei revisori legali. L'associazione sindacale plaude al Mef per aver agito con il dovuto tempismo, al fine di assicurare a migliaia di revisori legali un chiaro contesto normativo nel quale poter operare fin dai prossimi mesi.
vota