Consulenza o Preventivo Gratuito

Obbligo di Pec anche per l'impresa individuale

del 13/11/2012
di: La Redazione
Obbligo di Pec anche per l'impresa individuale
Dal 20 ottobre coloro che intendono costituire un'impresa individuale devono in fase di iscrizione presso il Registro delle imprese competente o all'Albo delle imprese artigiane comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (Pec), pena la sospensione dell'attività d'impresa per tre mesi. Questo è il principio contenuto nell'articolo 5, 1 e 2 comma, del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179 (pubblicato sul supplemento ordinario n. 194 alla Gazzetta Ufficiale n. 245 del 19 ottobre scorso). Analogamente a quanto previsto per le società, l'ufficio del Registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa individuale che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell'irrogazione della sanzione prevista dall'articolo 2630 del codice civile (sanzione da 105 euro a 1.032 euro), sospende la domanda per tre mesi, in attesa che essa sia integrata con l'indirizzo di posta elettronica certificata. Le imprese individuali già iscritte al registro imprese o all'albo delle imprese artigiane e non soggette a procedura concorsuale, sono tenute a depositare, presso l'ufficio del Registro delle imprese competente, il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (Pec) entro il 31 dicembre 2013. La Pec è strumento nato per agevolare le comunicazioni tra imprese, i professionisti e le pubbliche amministrazioni e conferisce valore legale alle e-mail. Rendere obbligatoria anche per le imprese individuali la comunicazione della Pec rappresenta un importante passaggio in quanto significa estendere l'utilizzo della posta elettronica certificata praticamente a tutti i soggetti con attività d'impresa, esclusi i dipendenti e i privati cittadini. Arriverà entro il 2013 l'elenco denominato «Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (Ini-Pec) delle imprese e dei professionisti». L'accesso all'Ini-Pec è consentito alle pubbliche amministrazioni, nonché ai professionisti e alle imprese in esso presenti.
vota