Consulenza o Preventivo Gratuito

Milano, niente stop area C sul ticket decide il Tar

del 08/11/2012
di: di Simonetta Scarane
Milano, niente stop area C sul ticket decide il Tar
L'Area C, a Milano, non sarà sospesa. Il consiglio di stato ha respinto, con l'ordinanza depositata ieri, il ricorso contro la delibera di Palazzo Marino che a settembre ha riattivato il ticket d'ingresso per le auto nell'area compresa nella cerchia dei bastioni con l'obiettivo di decongestionare il traffico. Il ricorso non è stato accolto perché tra una settimana, il 14 novembre, si terrà l'udienza del Tar Lombardia che dovrà pronunciarsi sulla legittimità del provvedimento che ha istituito a Milano la congestion charge. Così, visti i tempi corti dell'udienza del Tar, concedere la sospensione dell'Area C per una settimana e poco più non avrebbe avuto senso. Secondo i giudici del consiglio di stato si sarebbe trattato di un tempo troppo breve per causare danni irreversibili alle attività del ricorrente, la società Mediolanum, concessionaria del comune per la gestione dell'autorimessa sotterranea nel centro di Milano, Invece, la legittimità dell'Area C sarà decisa dal Tar Lombardia che mercoledì prossimo ha fissato l'udienza. E vista l'urgenza della questione, è ragionevole aspettarsi che la sentenza arriverà in anticipo sui tempi consueti, forse già a fine anno, secondo Maria Rita Surano, legale che difende del ragioni del comune di Milano nel processo insieme al collega Nino Paolantonio. Dunque il provvedimento della giunta Pisapia, introdotto per la prima volta a gennaio non subirà ulteriori battute d'arresto, dopo lo stop di qualche mese, questa estate, deciso dal giudice che aveva accolto il ricorso presentato dalle autorimesse del centro storico che si erano dichiarate danneggiate dal provvedimento di traffico deciso dal comune. La prima richiesta di sospensiva era stata accolta dai giudici amministrativi. E, in conseguenza, il comune ha provveduto a predisporre una nuova, seconda delibera, che ha ripristinato dal settembre 2012, l'attivazione dell'Area C con un accordo siglato tra Palazzo Marino e le autorimesse. Tuttavia il destino dell'Area C è tutt'altro che scontato perché la legittimità del ticket d'ingresso è legata all'esistenza del piano del traffico comunale che Palazzo Marino sta aggiornando, ma in corsa contro il tempo dal momento che la valutazione ambientale che dovrà dare il Pirellone arriverà dopo la sentenza del Tar Lombardia. E nel frattempo scadrà anche il periodo massimo di 12 mesi concesso dalla legge per la sperimentazione del ticket d'ingresso. Soddisfatti l'assessore comunale alla mobilità, Pierfrancesco Maran e il sindaco, Giuliano Pisapia.«Adesso aspettiamo, in tempi brevi, la decisione nel merito del Tar Lombardia, che già più volte si è espresso favorevolmente sull'Area C, riconoscendo la superiorità dell'interesse pubblico rispetto all'interesse di un singolo».
vota