Consulenza o Preventivo Gratuito

Prestazioni: il pacchetto famiglia prenota il boom

del 18/10/2012
di: La Redazione
Prestazioni: il pacchetto famiglia prenota il boom
In poco più di tre anni, oltre 20 mila dipendenti degli studi professionali hanno potuto beneficiare delle prestazioni del «Pacchetto famiglia», un vero e proprio piano di intervento socio-sanitario a supporto della maternità, della famiglia e del lavoro, appositamente studiato sulle caratteristiche demografiche della popolazione degli studi (l'88% degli assistiti sono donne in età compresa tra i 24 e i 45 anni). Lanciato nel luglio del 2009 alla presenza dell'ex ministro del lavoro Maurizio Sacconi, il «Pacchetto» ha iniziato a operare su quattro grandi aree di intervento: assistenza pediatrica, frequenza asili nido, non autosufficienza e gravi eventi. L'attenzione alle problematiche di welfare della Cassa, insieme alle osservazioni del Comitato scientifico, hanno portato i vertici di Cadiprof a raddoppiare l'offerta di prestazioni socio-assistenziali a favore degli iscritti. All'inizio di marzo del 2011 vengono infatti introdotte quattro nuove garanzie: Procreazione medicalmente assistita (Pma), Gravi Eventi per i figli fino a 12 anni, rimborso spese mediche figli fino al 3° anno di età, paternità.

I risultati sono immediati. Le prestazioni erogate cominciano a prendere quota e alla fine dello scorso anno quasi 13 mila aderenti alla Cassa sono ricorsi alle prestazioni del Pacchetto famiglia a fronte di un controvalore ci circa 4,8 milioni di euro. Nel corso del 2012, il «Pacchetto» conferma una crescita costante sul fronte delle prestazioni erogate. Secondo le prime elaborazioni del Centro studi Cadiprof, alla fine dell'anno si dovrebbero aggiungere altri 8 mila beneficiari, che portano il totale sopra la soglia dei 20 mila dipendenti, per una spesa che, nel 2012, supera i 3 milioni di euro.

L'indice di gradimento degli associati ha premiato ancora una volta le coperture destinate alla frequenza degli asili nido, che rappresentano il 36% delle prestazioni nel 2012, seguite a ruota dall'assistenza pediatrica e dall'assistenza a un familiare non autosufficiente, entrambe a quota 22%. In aumento anche le richieste per la procreazione medicalmente assistita, che copre l'11% della domanda. Si sblocca anche la voce grandi eventi. Lo scorso 25 settembre, infatti, il Comitato esecutivo della Cassa ha infatti approvato l'erogazione di una somma significativa per il rimborso delle spese per alcuni casi di importanti interventi chirurgici. Il contributo erogato da Cadiprof è esteso anche ai figli degli iscritti fino al 12° anno di età e può raggiungere il massimo di 30 mila euro per evento e racchiude un'ampia gamma di spese mediche e assistenziali (intervento chirurgico, rette di degenza, assistenza infermieristica, accompagnatore…).

vota