Consulenza o Preventivo Gratuito

Riforma: provvedimento valido solo sulla carta

del 06/10/2012
di: La Redazione
Riforma: provvedimento valido solo sulla carta
«Sin dal novembre 2011 abbiamo indicato di volere una riforma a condizione che il nostro ente avesse la garanzia «normativa» di una ripresa del flusso demografico.

In effetti il cda della Cnpr a partire dal mese di giugno 2012 ha deciso di sottoporci una riforma che basava proprio sui flussi demografici buona parte della sua sostenibilità.

In virtù delle nuove iscrizioni ricevute tra il 2006 e i primi mesi del 2012 ha presentato una proiezione a 50 anni: al 2061, prevede 6.478 iscritti attivi a fronte di un numero complessivo di future iscrizioni proiettate tra il 2012 e il 2061 di 6.750 nuovi iscritti. Non è chiaro però quale sia la norma di legge che obbliga un professionista ad iscriversi a questa Cassa.

I delegati che sono tacciati di «irresponsabilità», vogliono che il problema demografico di Cnpr sia oggetto dell'attenzione legislativa, perché la demografia non sia oggetto di dispute future. L'aumento delle aliquote, in parte bilanciato dalla riduzione dei contributi minimi, metterà in serie difficoltà i quasi 24 mila iscritti attivi e gli oltre 7 mila pensionati. Il Ministero del lavoro ha sensibilizzato il nostro ente per un innalzamento dell'aliquota contributiva, ma la sua elevazione a oltre il 12% (15% nel 2015) in cinque anni, mette a rischio l'offerta previdenziale, perché l'iscritto che oggi sceglie, domani opterà per altro ente che garantisca un risparmio obbligatorio minore.

L'essere responsabili ci invita a chiedere una riforma che abbia dei fondamenti normativi certi nei flussi demografici, che consenta una migliore modularità di accesso alla prestazione pensionistica, con premialità contributiva per i soggetti che versano più di quarant'anni di contribuzione. Una riforma in cui la perequazione delle prestazioni reddituali sia più graduale e non a sine die.

Serve un tavolo tecnico con i ministeri vigilanti e la classe politica, per una soluzione responsabile che garantisca la tenuta del sistema per il futuro».

vota