Consulenza o Preventivo Gratuito

Milano sperimenta i pagamenti con il cellulare

del 29/09/2012
di: La Redazione
Milano sperimenta i pagamenti con il cellulare
Milano sarà la prima «smart city» d'Italia, la seconda della Ue dopo Nizza, a sperimentare il pagamento di mezzi pubblici e taxi con il cellulare. In linea con le disposizioni sui pagamenti tracciabili con carte di debito e smartphone previsti nel decreto Sviluppo annunciato dal ministro Corrado Passera. E in anticipo sul decreto attuativo che fisserà la soglia per i pagamenti elettronici dal 2014. Sarà un assaggio di futuro, e di Expo 2015, la sperimentazione milanese comunicata da Palazzo Marino per tre giorni, dal 23 al 25 ottobre, in occasione dell'evento «Nfc & Mobile money summit» organizzato nel capoluogo dalla Gsma (associazione che rappresenta gli interessi dell'industria mobile nel mondo) con il supporto di Telecom Italia. Durante l'evento saranno disponibili servizi basati sulla tecnologia Nfc (Near field communications) che permette transazioni elettroniche con il cellulare. I partecipanti al summit riceveranno cellulare e Sim abilitati all'Nfc con cui pagare mezzi pubblici e acquisti nei negozi dotati di Pos Nfc, interagire con smart poster pubblicitari e anche acquisire informazioni sui beni artistici e architettonici. Il progetto Nfc di Gsma ha l'obiettivo, si legge in una nota, «di offrire la possibilità di effettuare transazioni elettroniche con il cellulare a tutti gli utenti mobili (circa 6 mld nel mondo nel 2012) e di costruire l'ecosistema Nfc indirizzando la standardizzazione di servizi e tecnologie, e le definizioni di normative e sistemi di sicurezza.

vota