Consulenza o Preventivo Gratuito

Solo tracciabili: i pagamenti cash messi all'angolo

del 28/09/2012
di: di Cristina Bartelli
Solo tracciabili: i pagamenti cash messi all'angolo
Dal 2014 pagamenti tracciabili e con il telefonino. Un decreto fisserà la soglia per lo stop al contante e la sperimentazione per far diventare il cellulare una carta di pagamento. I soggetti che effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, saranno tenuti ad accettare pagamenti effettuati attraverso carte di debito. Non è indicata nessuna soglia al di sotto della quale sarà ammesso ancora il contante perché la fissazione dei paletti è demandata a uno o più decreti del ministero dell'economia con cui saranno disciplinati gli eventuali importi minimi, le modalità e i termini, anche in relazione ai soggetti interessati.

A stabilirlo è l'ultima bozza del decreto sviluppo che ItaliaOggi è in grado di anticipare. Al via anche la carta d'identità elettronica che sarà distribuita gratis ai cittadini e la ricetta che diventerà digitale.

Carta d'identità elettronica, gratis. La carta di identità elettronica si fonde con la tessera sanitaria. Oltre a prevedere modifiche alla normativa esistente per consentire l'unificazione, il decreto rende gratuito il documento unificato. Una parte delle risorse sarà utilizzata attingendo ai 20 milioni di euro per la produzione e il rilascio della tessera sanitaria. Si partirà con uno stanziamento iniziale di circa 30 milioni di euro e un finanziamento a regime, dal 2014, di circa 82 mln di euro l'anno. Il 2014 è previsto come l'anno del change over e del completo abbandono della cartà di identità in formato cartaceo.

Ricette e cartella clinica digitale. La ricetta online sarà valida, dal 1° gennaio 2014, su tutto il territorio nazionale. Ecco la tabella di marcia della dematerializzazione delle prescrizioni mediche: nel 2013 dovranno essere ridotte le ricette cartacee di almeno il 60%, mentre nel 2014 l'obiettivo della de materializzazione sarà dell'80%, per arrivare al 90% nel 2015. Corretta la disposizione del dl 5/2012 introducendo la possibilità da parte delle strutture sanitarie di conservare le cartelle cliniche solo nel formato elettronico.

Pagamenti elettronici della p.a. Tutti i pagamenti, di qualunque importo, nei confronti delle amministrazioni e delle imprese pubbliche dovranno essere effettuati con strumenti elettronici di pagamento. Per questo obiettivo le amministrazioni dovranno indicare sui loro siti istituzionali i codici Iban e identificativi del pagamento. Allo stesso modo dovranno attivarsi, mediante convenzioni con Consip, per essere pronti ad accettare i pagamenti, da parte dei privati in loro favore, con carte di debito, credito, prepagate e altri strumenti di pagamento virtuale. Sono esclusi da questa previsione i versamenti che si effettuano tramite F24 (un esempio per tutti l'Imu).

Libri digitali, addio alle piccole scuole, e-learning. Dall'anno scolastico 2013-2014 il collegio dei docenti adotta esclusivamente libri nella versione digitale o mista. Per versione mista la norma intende un testo in formato elettronico o cartaceo e da contenuti digitali integrativi, accessibili o acquistabili in rete anche in maniera disgiunta. Per le scuole del primo ciclo l'obbligo scatterà dall'anno scolastico 2014-2015. La delibera di adozione, però, dovrà fare i conti con il rispetto del tetto di spesa. Addio, inoltre, alle piccole scuole, quelle presenti nei territori definiti geograficamente di particolar isolamento. La norma individua la creazione di classi collegati attraverso un sistema che viene definito Tic (tecnologie delle informazioni e della comunicazione). Gli alunni insomma comunicheranno in rete. Le modalità didattiche utilizzate saranno quelle dell'e-learning sotto la vigilanza di un tutor.

vota