Consulenza o Preventivo Gratuito

Consorzi agrari alleati in un grande in network

del 26/09/2012
di: di Luisa Contri
Consorzi agrari alleati in un grande in network
Concentrazione fra consorzi agrari della Lombardia, ma tramite un contratto di rete, piuttosto che tramite fusione com'è avvenuto in Piemonte e in Emilia-Romagna. Mercoledì scorso, a Milano, Coldiretti ha tenuto a battesimo Cafil, realtà da 105 mln euro di fatturato, frutto dell'alleanza fra i consorzi agrari di Bergamo, Como-Lecco-Sondrio e Pavia. Obiettivo, come dichiara il presidente della newco, Giuseppe Gezzi, presidente anche di Coldiretti Pavia: «È rendere più efficienti i rapporti fra settori della produzione, della trasformazione e della vendita, come prevede il progetto della filiera agricola italiana di Coldiretti e generare sinergie tali da aumentare il nostro potere d'acquisto, a tutto vantaggio delle 8 mila aziende agricole socie e clienti che potranno accedere a prezzi più competitivi a quanto necessitano per la loro attività, oltre che trovare nella nostra rete di 54 punti vendita al dettaglio, uno sbocco diretto verso il consumatore finale per le loro produzioni agroalimentari». L'alleanza fra i tre consorzi porterà con sé anche una loro integrazione in un'ottica di specializzazione. Bergamo diventerà il centro di riferimento per sementi e gestione zootecnica, Pavia si concentrerà sulle filiere del riso e vitivinicola, mentre Como-Lecco-Sondrio sarà capofila per la multifunzionalità e la valorizzazione delle produzioni agroalimentari del territorio. Nella sua nuova veste di presidente di Cafil, Grezzi sarà affiancato dal bergamasco Giovanni Battista Micheli, in qualità di vicepresidente, e dal comasco Alfredo Gelmini, che ricoprirà l'incarico di direttore di rete. segreteria@consorzioagrariopavia.it
vota