Consulenza o Preventivo Gratuito

Dottori Commercialisti, elezioni roventi

del 25/09/2012
di: La Redazione
Dottori Commercialisti, elezioni roventi
Acque agitate in casa dei dottori commercialisti. Il ministero della giustizia, con una lettera del 20 settembre ha chiesto infatti al Consiglio nazionale di verificare in tempi brevi il rispetto dei requisiti territoriali previsti dalla legge 139 del 2005 per la validità delle liste presentate per il rinnovo dei vertici della categoria, in programma con le elezioni del 15 ottobre. Requisiti che potrebbero mancare per la lista guidata da Gerardo Longobardi. Infatti ieri il Consiglio nazionale, rispondendo alle richiesta ministeriale, ha inviato in via Arenula le certificazioni rilasciate dai 45 ordini territoriali nei cui albi risultano iscritti i 54 candidati. Tutto ok per la maggior parte dei candidati. Il problema sorge perchè Giorgio Sganga, nella lista originariamente presentata al ministero della giustizia, risultava ancora iscritto all'ordine di Paola (Cosenza). In questo modo però la lista Longobardi mancava di un rappresentante nelle regioni del Nord. Ma si trattava di un mero errore materiale, essendosi Sganga trasferito nell'ordine di Aosta dal 6 agosto. Errore prontamente corretto dall'interessato. Ma c'è un altro problema. La richiesta del ministero della giustizia fa infatti riferimento a candidati iscritti da almeno dieci anni in Albi di ordini appartenenti ad almeno quattro regioni dell'Italia settentrionale… Si tratta della citazione letterale della norma di riferimento che sembra in contrasto con l'interpretazione data dallo stesso Consiglio nazionale con una circolare del 2007 (si veda ItaliaOggi di sabato scorso) che invece riteneva sufficiente il requisito dell'iscrizione decennale «in qualsiasi Ordine o Collegio del territorio nazionale».

Ora la parola passa al ministero, che potrà confermare l'interpretazione data dai commercialisti nel 2007 oppure optare per una lettura più rigida della norma.

vota