Consulenza o Preventivo Gratuito

Bonus 55% appuntamento al 1° ottobre

del 11/09/2012
di: Fabrizio G. Poggiani
Bonus 55% appuntamento al 1° ottobre
Entro il 1° ottobre prossimo, la procedura di rettifica della scheda informativa riguardante le spese agevolabili per la riqualificazione energetica sostenute nel periodo d'imposta 2011 e portate in detrazione con i modelli Unico/2012 e 730/2012. È noto che la fruizione della detrazione del bonus Irpef/Ires del 55%, destinato alla riqualificazione energetica, non richiede alcun adempimento anticipato rispetto all'inizio dei lavori. Per non decadere dalla detrazione, però, è necessario però che il contribuente esegua i relativi pagamenti mediante bonifico bancario e/o postale dal quale si evinca con estrema chiarezza la causale del pagamento stesso, il codice fiscale del soggetto erogante e il numero di partita Iva del beneficiario; unica eccezione, i soggetti titolari di reddito d'impresa che possono eseguire i versamenti anche in altra modalità. Inoltre, alla chiusura dei lavori, pena la decadenza del bonus, il contribuente deve procurarsi l'asseverazione del tecnico abilitato, l'attestato di qualificazione energetica e la scheda informativa dell'intervento eseguito; la scheda informativa e, se richiesto, l'attestato di qualificazione energetica devono essere trasmessi in via telematica all'Enea, entro il termine di novanta giorni dalla chiusura dei lavori (http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/invio.htm). Come data di fine lavori si deve considerare il giorno del collaudo ma, nel caso in cui tale adempimento (collaudo) non sia richiesto, il contribuente potrà dimostrare la fine lavori con altro documento, emesso da chi ha eseguito i lavori. L'asseverazione, l'attestato di certificazione e/o qualificazione energetica e la scheda informativa devono essere rilasciati da tecnici abilitati alla progettazione di edifici e impianti iscritti ai rispettivi ordini professionali (ingegneri, architetti, geometri, periti industriali, dottori agronomi ecc.); i documenti citati possono essere redatti anche dal medesimo professionista tecnico abilitato. Sul punto è importante ricordare che l'Agenzia delle entrate (circ. 21/E/2010) ha precisato che, in presenza di errori nella comunicazione dei dati (ammontare della spesa, dati anagrafici e/o identificativi dell'immobile ecc.), è possibile rettificare la precedente comunicazione trasmettendo una nuova scheda informativa che annulla e sostituisce la precedente, insieme alla certificazione energetica, entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale la spesa viene portata in detrazione. Di conseguenza, stante il fatto che le dichiarazioni dei redditi devono essere inviate in via telematica entro il prossimo 1° ottobre (il 30/9 cade di domenica), la rettifica dei dati deve essere trasmessa all'Enea entro il medesimo termine, tenendo presente che il nuovo invio non riguarda esclusivamente la scheda informativa ma anche l'eventuale attestato di qualificazione energetica, se richiesto, in relazione alla tipologia di intervento.

vota