Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoro: via libera all'ingresso di 10 mila stranieri

del 06/09/2012
di: di Carla De Lellis
Lavoro: via libera all'ingresso di 10 mila stranieri
Via libera all'ingresso di 10 mila cittadini stranieri per la frequenza di corsi di formazione e tirocini. A stabilirlo è il decreto 12 luglio del ministro del lavoro, registrato alla corte dei conti e in attesa di pubblicato sulla gazzetta ufficiale.

Programmazione transitoria. Il Tu immigrati (dlgs n. 286/1998) disciplina, tra i casi particolari d'ingresso dall'estero, quello dei cittadini che, autorizzati a soggiornare per motivi di formazione professionale, svolgono periodi temporanei di addestramento presso datori di lavoro italiani, effettuando anche prestazioni che rientrano nell'ambito del lavoro subordinato (articolo 27, comma 1, lettera f). Con decreto del 12 luglio 2012, il ministro del lavoro, Elsa Fornero, ha determinato per l'anno 2012 il contingente annuale di cittadini stranieri autorizzati a soggiornare in Italia per partecipare a corsi di formazione professionale e tirocini formativi. Il decreto, in particolare, stabilisce che il limite massimo di ingressi in Italia degli stranieri in possesso dei requisiti previsti per il rilascio del visto di studio è determinato, ai sensi dell'articolo 44-bis, comma 6, del dpr n. 394/1994, in 5 mila unità per la frequenza a corsi di formazione professionale e in ulteriori 5 mila unità per lo svolgimento di tirocini formativi e di orientamento. Il decreto, registrato alla corte dei conti in data 7 agosto 2012, è in corso di pubblicazione sulla gazzetta ufficiale.

Le quote 2010. Il provvedimento, dunque, fissa una quota di ingressi complessiva pari a 10 mila. La metà di questi (5 mila ingressi) è destinata agli stranieri interessati a frequentare corsi di formazione professionale finalizzati al riconoscimento di una qualifica o alla certificazione delle competenze acquisite di durata non superiore a 24 mesi, organizzati da enti di formazione accreditati. L'altra metà (altri 5 mila ingressi) è finalizzata allo svolgimento di tirocini di formazione e d'orientamento, in funzione del completamento di un percorso di formazione professionale, la cui ripartizione territoriale è in tabella.

vota