Consulenza o Preventivo Gratuito

Infermieri, nasce la gestione separata Enpapi

del 30/08/2012
di: La Redazione
Infermieri, nasce la gestione separata Enpapi
Nasce la gestione separata dell'Enpapi, l'ente di previdenza degli infermieri liberi professionisti. A prevederla è un emendamento approvato all'articolo 4 della legge 135 del sette agosto pubblicata sulla G.U. n. 189 del 14 agosto 20012 (spending review) e accoglierà tutti quegli infermieri che hanno dei contratti di collaborazione con le strutture sanitarie. E quindi non sono né dipendenti stabili né liberi professionisti in pianta stabile. Ne dà comunicazione lo stesso presidente dell'Ente Mario Schiavon sul sito www.enpapi.it. «L'entrata in vigore di questa legge», commenta, «rappresenta il positivo passaggio finale di una vicenda che era iniziata nel novembre del 2007, quando Enpapi aveva stipulato con l'Inps una convenzione avente per oggetto il trasferimento delle posizioni assicurative dei Professionisti Infermieri (liberi professionisti o con rapporti di collaborazione coordinata e continuativa) che, in buona fede, avevano effettuato gli adempimenti previdenziali obbligatori verso la Gestione separata di cui all'articolo 2, comma 25, della legge 8 agosto 1995, n. 335, in luogo dell'Ente di previdenza della professione infermieristica». In tale occasione era nata l'esigenza di una norma che fornisse la piena legittimazione a operare in questo senso e che tendesse a introdurre un sistema tale da consentire un trattamento contributivo dei professionisti interessati analogo a quello previsto dalla Gestione separata Inps. «L'entrata in vigore della norma introduce, con decorrenza 1/1/2012, un sistema mutuato da quello vigente per la Gestione separata Inps, che prevede, nei confronti dei professionisti infermieri che abbiano rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, un assoggettamento contributivo ripartito per 1/3 a carico dei collaboratori stessi e per 2/3 a carico dei committenti. L'aliquota contributiva sarà corrispondente a quella applicata dalla Gestione Separata Inps (attualmente pari a 27,72% per i soggetti non assicurati ad altre forme pensionistiche obbligatorie e 18% per i soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria). Un'aliquota aggiuntiva, pari a 0,72%, costituirà la copertura finanziaria delle prestazioni di maternità ed, eventualmente, sulla base di apposita disciplina, di quelle di assistenza».
vota