Consulenza o Preventivo Gratuito

Etilometro: se l'alcol scende cala pure la multa

del 24/08/2012
di: Stefano Manzelli
Etilometro: se l'alcol scende cala pure la multa
È fortunato il trasgressore che vede calare nettamente l'indice alcolico alla seconda prova con l'etilometro dopo una prima misurazione disastrosa. In questo caso infatti troverà applicazione sempre la pena eventualmente prevista per la misurazione più bassa. Lo ha confermato la Corte di cassazione, sez. IV pen., con la sentenza n. 27954 del 12 luglio 2012. Un conducente pizzicato alterato dall'alcol è stato condannato per l'ipotesi sanzionatoria più grave prevista dall'art. 186 del codice nonostante le due misurazioni discordanti effettuate con l'etilometro di 1,54 e 1,33 g/l di concentrazione alcolica. Contro questa decisione l'interessato ha proposto con successo ricorso in Cassazione. La concentrazione necessaria per ritenere sufficiente lo stato di ebbrezza, specifica il collegio, «deve risultare da almeno due determinazioni concordanti effettuate a un intervallo di tempo di cinque minuti». In buona sostanza per condannare un autista secondo le diverse progressive ipotesi sanzionatorie previste dalla legge occorre che le misurazioni ricadano nella stessa fascia. Diversamente si applicherà la sanzione meno grave corrispondente alla fascia inferiore.

vota