Consulenza o Preventivo Gratuito

Versamenti: proroga fiscale sul tavolo del governo

del 23/08/2012
di: Cristina Bartelli
Versamenti: proroga fiscale sul tavolo del governo
L'Agenzia delle entrate rispedisce al mittente, Dipartimento delle finanze, le polemiche e le richieste di proroga sulla sospensione dei versamenti tributari per le zone colpite dal sisma di maggio. Dopo il crescendo dei giorni scorsi, per la richiesta di una proroga della sospensione dei termini per i versamenti nelle zone colpite dal terremoto di maggio, culminato con una lettera, congiunta, dei tre governatori delle regioni colpite, l'Agenzia delle entrate interviene, con una nota ufficiale ieri, per precisare che non ha «alcun potere decisionale sull'eventuale proroga degli adempimenti fiscali per i territori colpiti dagli eventi sismici». E conferma che il comunicato del 16 agosto, con cui forniva dei chiarimenti, sulla tempistica dei versamenti, è stato frutto di un'applicazione «della legge sulla base dei chiarimenti forniti dal dipartimento delle finanze». Come a voler dire e neanche tanto velatamente: se ci sono problemi con la norma, e la sua applicazione, non siamo noi i destinatari delle lamentele bensì il dipartimento delle finanze guidato da Fabrizia Lapecorella.

Intanto la questione che è diventata meramente politica sarà affrontata al consiglio dei ministri di domani e il governo, laddove ci fosse una capienza di fondi per garantire la proroga della sospensione dei contribuenti, potrebbe rivedere le sue posizioni, che, sempre per bocca di via XX Settembre, rimangono ferme ai chiarimenti del comunicato dell'Agenzia delle entrate del 16 agosto.

La nota di via Cristoforo Colombo (sede centrale dell'Agenzia) arriva proprio per fornire chiarimenti applicativi alle norme approvate nei decreti che si sono succeduti nei mesi scorsi dopo il sisma. Nel chiarimento l'Agenzia, pur dovendo riconoscere che le ritenute non sono ricomprese nella sospensione dei termini e, quindi, andavano e vanno versate si mostra molto disponibile con i contribuenti ribadendo: «Valuterà la possibilità di disapplicare, per obiettive condizioni di incertezza, le sanzioni previste per eventuali ritardi nell'effettuazione dei citati adempimenti e versamenti».

vota