Consulenza o Preventivo Gratuito

Autocertificazione: l'impresa bara? Un sito lo scopre

del 21/08/2012
di: di Cinzia De Stefanis
Autocertificazione: l'impresa bara? Un sito lo scopre
Il servizio per la verifica delle autocertificazioni delle imprese da parte delle pubbliche amministrazioni è attivo. Le amministrazioni pubbliche hanno a disposizione un nuovo portale www.verifichepa.infocamere.it, che consente loro di controllare la veridicità delle dichiarazioni sostitutive ricevute dalle imprese e dalle persone, relativamente ai dati contenuti nel registro delle imprese. Le p.a. che necessitano di verificare, a campione o sistematicamente, le autocertificazioni prodotte dalle imprese e dai cittadini, possono trovare immediata risposta tramite questo servizio telematico anziché rivolgersi alla Camera di commercio competente. Il sito VerifichePA è stato realizzato da InfoCamere per conto delle Cciaa per rispondere a quanto stabilito dall'art. 15 della legge n. 183/2011 (legge di Stabilità 2012), che ha sancito il principio della «decertificazione». Questa norma ha previsto che dal 1° gennaio del 2012 i certificati rilasciati dalla pubbliche amministrazioni, relativi a stati, qualità personali e fatti siano validi ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati e, pertanto, le stesse p.a. devono acquisire d'ufficio tutti i dati in possesso delle altre amministrazioni pubbliche, senza chiederle direttamente all'interessato. Il servizio, oltre a fornire documenti che attestano la veridicità delle dichiarazioni sostitutive fornisce elenchi di caselle Pec delle società di persone e di capitale, secondo quanto previsto dall'art. 6, comma 1-bis del dlgs n. 82/2005 (Codice dell'amministrazione digitale). In particolare, il sito «verifichepa.infocamere.it» consente agli utenti abilitati, di ottenere due tipologie di informazioni:

- documento di verifica autocertificazione;

- elenchi di Pec.

Tra i documenti disponibili non è compreso quello antimafia. Per accedere al sito occorre registrarsi fornendo gli estremi della propria p.a. (il codice Ipa e posta elettronica certificata, Pec). Le p.a. che vorranno accedere ai dati delle Camere di commercio in cooperazione applicativa, in base a quanto previsto dal Cad, dovranno sottoscrivere con InfoCamere una diversa Convenzione.

Per usufruire del servizio, completamente gratuito, bisogna:

- essere iscritti all'Indice delle pubbliche amministrazioni (Ipa);

- inserire, tramite le pagine del sito, i dati anagrafici del soggetto incaricato, l'ente di riferimento e l'indirizzo Pec depositato all'Ipa;

- trasmettere al Call Center, via fax, il modulo cartaceo scaricato dal sito, compilato e sottoscritto, accompagnato dalla copia di un documento di identità valido dopo aver ricevuto, alla propria casella Pec, le credenziali per l'accesso, accettare via web le condizioni di utilizzo specifiche del servizio.

vota