Consulenza o Preventivo Gratuito

Violazioni del Codice della strada: multe a rate

del 10/08/2012
di: di Carla De Lellis
Violazioni del Codice della strada: multe a rate
La possibilità di rateizzare il pagamento delle sanzioni, per i verbali d'importo superiore a 200 euro, riguarda esclusivamente le multe emesse per violazioni del Codice della strada, e non è estensibile a fattispecie diverse di violazioni (tipo quelle sul lavoro). Lo precisa il ministero del lavoro nella nota protocollo n. 10648/2012.

Il ministero spiega che la rateizzazione interessa solo i soggetti che versino in condizioni economiche disagiate, e consente la ripartizione in rate mensili del pagamento dovuto in conseguenza di verbali di accertamento d'importo superiore ai 200 euro. In attesa del previsto decreto che deve dettare la disciplina, la nuova facoltà di rateizzazione è operativa in virtù di indicazioni del ministero dell'interno (nota prot. n. 6535/2011, si veda ItaliaOggi del 29 aprile 2011).

Tale procedimento di rateizzazione, aggiunge il ministero, si applica ai soli casi contemplati dalla stessa norma che lo disciplina, ossia unicamente alle sanzioni emesse ai sensi del codice della strada. Infatti, è l'articolo 202-bis del dlgs n. 285/1992 (il codice della strada) a prevedere la facoltà di rateizzazione ed è una norma che è stato prevista dall'articolo 38 della legge n. 120/2010. Pertanto, conclude il ministero, deve ritenersi esclusa la possibilità di estensione analogica della nuova previsione per ottenere una dilazione della sanzione ridotta indicata nel verbale di accertamento e notifica, prima dell'emanazione dell'ordinanza-ingiunzione, posto che la sanzione ridotta indicata nel predetto verbale va pagata entro 60 giorni ai fini della validità stessa della misura ridotta, e non può perciò essere sottoposta a una rateizzazione.

Infine, il ministero spiega che qualora con uno stesso verbale vengano irrogate sanzioni conseguenti alla violazione sia di fattispecie disciplinate dal codice della strada che di fattispecie diversamente regolate, sarà cura della direzione territoriale del lavoro competente comunicazione, per iscritto, al soggetto sanzionato che beneficia della rateizzazione, la necessità di specificare nei versamenti: il riferimento al procedimento di rateizzazione delle sanzioni emesse ai sensi del Codice della strada; il numero di rate previste; a quale rata sia da imputare il pagamento effettuato (ad esempio, rata 1/10) e il relativo termine di pagamento.

vota