Consulenza o Preventivo Gratuito

Permessi premio di 6 mesi per i clandestini sfruttati

del 09/08/2012
di: di Daniele Cirioli
Permessi premio di 6 mesi per i clandestini sfruttati
Premiati i clandestini che querelano le imprese. Se il lavoratore straniero denuncia il proprio datore di lavoro per sfruttamento, infatti, può ottenere un permesso di soggiorno della durata di sei mesi, rinnovabile fino al periodo occorrente per la definizione del procedimento penale a carico del datore di lavoro. Lo prevede il dlgs n. 109/2012 in vigore da oggi. Tra le altre novità, la previsione della pena accessoria del pagamento del costo di rimpatrio dello straniero irregolare e l'introduzione della sanzione a carico delle società, d'importo fino a 150 mila euro. Via libera, inoltre, alla sanatoria del lavoro nero con immigrati per la quale, a partire da oggi, scatta il trimestre di stop alle sanzioni su ingresso e soggiorno in Italia e sui rapporti di lavoro. Lo stop cesserà il 15 ottobre, in concomitanza con la scadenza per aderire alla regolarizzazione.

Sanzioni più dure. L'inasprimento delle sanzioni riguarda un reato già previsto dal Tu immigrati (articolo 22, comma 12, del dlgs n. 286/1998), e punito con l'arresto da sei mesi a tre anni e la multa di 5 mila euro per lavoratore. In tabella le novità; prima di tutto la previsione di ipotesi aggravanti con pene aumentate da un terzo alla metà, nei casi in cui il divieto di impiego di stranieri irregolari sia caratterizzato da «particolare sfruttamento». Ancora è una sanzione accessoria, che il giudice applica nella sentenza di condanna, consistente nel pagamento di un importo pari al costo medio del rimpatrio dello straniero impiegato irregolarmente (i criteri per determinare tale costo saranno fissati per decreto). Infine va segnalata la previsione di una specifica sanzione a carico delle persone giuridiche (società, enti ecc.) che si siano avvantaggiate ricorrendo all'impiego irregolare di cittadini stranieri. Nei casi di «particolare sfruttamento», dovranno pagare una sanzione pecuniaria da 100 a 200 quote, fino a 150 mila euro.

Scatta la sanatoria. Via libera infine all'emersione del lavoro irregolare straniero, la cui domanda si potrà presentare tra il 15 settembre e il 15 ottobre previo ticket di 1.000 euro. La sanatoria è fruibile dai datori di lavoro che, ad oggi (9 agosto), occupano da almeno tre mesi (da prima del 9 maggio) stranieri irregolari (cioè senza permesso) presenti ininterrottamente in Italia dal 31 dicembre 2011 (o prima).

vota