Consulenza o Preventivo Gratuito

Durc: Occorre un' istanza di sospensione per sisma

del 21/07/2012
di: di Carla De Lellis
Durc: Occorre un' istanza di sospensione per sisma
Deve presentare un'istanza all'Inail, anche se non è obbligatoria e non è previsto un termine per la presentazione, chi fruisce della sospensione degli adempimenti e versamenti per gli eventi sismici di maggio. Solo così infatti l'Inail riesce a garantire la regolarità contributiva (Durc). Lo precisa l'istituto in una nota del 18 luglio.

Sospensione per sisma. L'istituto riprende le istruzioni operative fornite nella circolare n. 28/2012 e relative appunto alla sospensione per gli eventi sismici del 20 e 29 maggio, per precisare meglio la necessità di presentare un'istanza per usufruire della sospensione. Quest'ultima, spiega infatti l'Inail, è operativa in virtù di disposizione di legge; tuttavia, la domanda è necessaria nel caso in venga richiesto un Durc (documento di regolarità contributiva) o siano in corso rateazioni ordinarie. In questi casi, in sede di verifica della regolarità contributiva, il soggetto che ha presentato istanza di sospensione è considerato in regola solamente se i soli titoli insoluti risultano essere quelli con una scadenza ricompresa all'interno del periodo di applicazione della sospensione.

Stop ai versamenti estivi. L'Inail, inoltre, ricorda la proroga estiva per i versamenti ricadenti nei primi 20 giorni di agosto. In particolare, spiega che con l'articolo 3-quater del dl n. 16/2012, convertito dalla legge n. 44/2012, è stato introdotto, all'articolo 37 del dl n. 223/2006, convertito dalla legge n. 248/2006, il comma 11-bis, in base al quale «gli adempimenti fiscali e il versamento delle somme di cui agli articoli 17 e 20, comma 4, del dlgs 241/97, che hanno scadenza dal 1º al 20 agosto di ogni anno, possono essere effettuati entro il giorno 20 dello stesso mese di agosto, senza alcuna maggiorazione». In questo modo, precisa l'Inail, a partire dall'anno 2012, è divenuto «strutturale» il differimento al 20 agosto, senza maggiorazioni, dei termini aventi scadenza ricompresa tra il 1° e il 20 agosto riguardanti il versamento dei premi assicurativi e/o dei relativi accessori, che negli anni passati avveniva periodicamente con apposito decreto. Per quanto concerne gli adempimenti Inail, nella proroga sono compresi anche i premi quelli oggetto di rateazione ex lege 449/1997 (quattro rate in sede di autoliquidazione) ed ex lege 389/1989 (rateazioni ordinarie), nonché gli altri titoli, di qualsiasi natura, oggetto di richiesta dell'Istituto in relazione al rapporto assicurativo.

vota