Consulenza o Preventivo Gratuito

Per guidare in regola servono documenti ufficiali

del 14/07/2012
di: Stefano Manzelli
Per guidare in regola servono documenti ufficiali
È sicuramente fuori legge chi circola con ricevute sostitutive dei documenti di circolazione compilati a mano dopo l'11 giugno oppure rilasciati da soggetti non abilitati. Per essere in regola in caso di controllo di polizia non basta neppure esibire attestazioni di altra natura anche se di contenuto corrispondente al vero. Lo ha ribadito il ministero dei trasporti con la circolare n. 20086 del 13 luglio 2012. Con la legge 120/2010 di riforma del codice della strada è stato introdotto, formalmente, un freno alle manovre burocratiche elusive della trasparenza amministrativa in materia di pratiche auto. Per evitare le criticità che si sono manifestate nel meccanismo del rilascio della ricevuta di consegna dei documenti di circolazione, previsto dall'art. 7 della legge 264/1991, con la legge 120 è stata introdotta una modifica ad hoc all'art. 92 del codice della strada. Con la novella l'agenzia abilitata a ogni richiesta burocratica dovrà sempre trattenere il documento di circolazione rilasciando, per una sola volta, una ricevuta della durata di 30 giorni, non rinnovabile. Entro questo termine gli studi di consulenza dovranno mettere a disposizione dell'interessato il documento aggiornato o un suo estratto ufficiale. In ogni caso la ricevuta consentirà la circolazione temporanea del veicolo nella misura in cui ne sussistano a monte le condizioni legittimanti. Ma per la messa a regime del sistema la riforma richiedeva un decreto ad hoc, adottato l'11 novembre 2011 e pubblicato sulla G.U. n. 270 del 19/11/2011 e le istruzioni di dettaglio contenute nella circolare prot. 13546 del 16 maggio 2012, in vigore dall'11 giugno scorso. La novella interessa sia gli studi di consulenza che le autoscuole e riguarda un qualsiasi documento di circolazione. La ricevuta ufficiale è l'unico documento che abilita temporaneamente alla circolazione su strada e ha una validità massima di 30 giorni, senza possibilità di rinnovo. Dopo un primo monitoraggio sull'avvio dell'esperienza la motorizzazione ha deciso di fornire ulteriori chiarimenti. Sono da considerarsi sicuramente irregolari le ricevute sostitutive compilate a mano dopo l'11 giugno, specifica innanzitutto la nota centrale.

vota