Consulenza o Preventivo Gratuito

Interpello: Le barche della polizia esentate dall'Iva

del 06/07/2012
di: Giuseppe Caruso
Interpello: Le barche della polizia esentate dall'Iva
Alle cessioni di imbarcazioni destinate alla forze di Polizia deve essere applicato il regime di non imponibilità Iva previsto dalla lettera a) dell'art. 8-bis del dpr n. 633 del 1972.

Questa l'interpretazione offerta dall'Agenzia delle entrate in occasione di un interpello prospettato dal ministero dell'interno volto a chiarire l'impatto del novellato art. 8-bis sul regime Iva delle spese di acquisto di imbarcazioni e parti di ricambio delle stesse nonché a quelle di manutenzione, riparazione e rifornimento di carburante sostenute dalla Polizia di stato per la propria flotta. Con la nota Prot. N. 954-50455/2012 l'amministrazione finanziaria sgombra il campo da alcune perplessità che attanagliavano i fornitori delle forze di Polizia in ordine alle modifiche introdotte dall'art. 8, comma 2, lettera e) della legge 15 dicembre 2011 n. 217 cosiddetta «Comunitaria 2010» a mezzo della nuova lettera a-bis ) dell'art. 8-bis del dpr n. 633/72, che ha esteso il regime Iva di non imponibilità alle cessioni di navi di cui agli artt. 239 e 243 del codice dell'ordinamento militare di cui al dlgs 15 marzo 2010 n. 66 (navi militari e da guerra e unità navali in dotazione all'Esercito italiano, all'Aeronautica militare, all'Arma dei Carabinieri, al Corpo della Guardia di finanza e al Corpo delle Capitanerie di porto) e che ha previsto la soppressione del termine «navi» nella vigente formulazione della lettera b) dello stesso articolo della legge Iva, lasciando in tal modo il regime di non imponibilità per le sole cessioni di aeromobili, compresi i satelliti, a organi dello stato ancorché dotati di personalità giuridica.

Le modifiche in parola hanno comportato che, a decorrere dalla data di entrata in vigore del nuovo art. 8-bis ovvero dal 17 gennaio 2012, le amministrazioni dello stato non possono più fruire del regime di non imponibilità Iva sulla base dell'attuale lettera b) dell'art. 8-bis del dpr 633/72. Tuttavia come prospettato dall'interpellante la non imponibilità Iva può continuare a trovare la sua ratio ai sensi della lettera a) dell'art. 8-bis , laddove le cessioni di navi destinate «ad opere di salvataggio o di assistenza in mare» vengono assimilate alle cessione all'esportazione. Infatti è da sottolineare come la flotta nautica della Polizia di stato è finalizzata ad assicurare all'Autorità di pubblica sicurezza, cui compete la responsabilità in materia di ordine e della sicurezza pubblica, la disponibilità di unità navali per l'espletamento delle attività di prevenzione e controllo del mare territoriale, dei laghi e dei fiumi, nonché degli altri compiti istituzionali previsti dall'art. 24 della legge n. 121 del 1981, nell'osservanza delle disposizioni previste dal Codice della Navigazione e nelle leggi speciali.

Proprio concordando su queste argomentazioni l'Agenzia delle entrate, dopo aver ribadito nella nota in parola che il regime di non imponibilità Iva resta applicabile, anche a seguito delle richiamate modifiche normative, alle imbarcazioni adibite alle operazioni di salvataggio o di assistenza, con riferimento al caso di specie ha chiarito che per salvataggio e assistenza possa intendersi ogni attività consistente nell'espletamento di un servizio di pubblica utilità che miri a intervenire in situazioni di pericolo, anche potenziali.

Pertanto in attesa di un documento di prassi amministrativa che raccolga in modo sistematico e organico le istruzioni del Fisco, in ordine alla rivisitazione dell'art. 8-bis del dpr n. 633 - necessitata da un miglior coordinamento con le direttive comunitarie - è da accogliere con estremo interesse la posizione manifestata dall'Agenzia delle entrate volta a riconoscere alle cessioni di imbarcazioni destinate alle forze di Polizia l'applicazione del regime Iva di non imponibilità ex lettera a) dell'art. 8-bis del dpr n. 633/72 in quanto la flotta nautica della Polizia di stato è utilizzata istituzionalmente per operazioni di salvataggio o di assistenza.

vota