Consulenza o Preventivo Gratuito

Il giudice decide chi paga l'Imu dei beni confiscati

del 05/07/2012
di: La Redazione
Il giudice decide chi paga l'Imu dei beni confiscati
È il giudice che dispone sulle misure conservative dell'immobile che, discrezionalmente, indica il soggetto obbligato al pagamento dell'imposta municipale propria (proprietario e/o custode). Con una risposta a un question time, l'On. Vieri Ceriani ha chiarito l'ambito soggettivo dell'imposta municipale (Imu), in presenza di beni oggetto di misure conservativo- cautelari, con particolare riferimento ai procedimenti posti a carico di persone indagate. Il comma 1, dell'art. 9, dlgs n. 23/2011 (federalismo fiscale) ha chiaramente stabilito che, in via generale, i debitori del tributo sono i proprietari, i titolari di diritti reali, i concessionari delle aree demaniali e, in presenza di locazione finanziaria, i locatari. Il problema si poneva in presenza di beni oggetto di pignoramento o sequestro, poiché per l'Agenzia delle entrate, che era già intervenuta sul tema ai fini Ici (risoluzioni n. 158/E/2005 e n. 195/E/2003), il debitore non viene spossessato della proprietà ma soltanto della possibilità di disporre pienamente del bene, con la conseguenza che non veniva meno il presupposto impositivo in capo allo stesso.

La Cassazione (sentenza n. 35801/2010) ha evidenziato che il custode può esercitare poteri di «vera e propria gestione» e il dipartimento delle finanze ha confermato che è il giudice che, nel disporre le misure conservative, impartisce le direttive e le istruzioni necessarie, determinando i compiti del custode.

vota